Un viaggio in moto nel mese di novembre: come affrontarlo?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 21:41:01 28-11-2010

Ecco un viaggio in moto da fare nel mese di novembre, rimanendo in Italia.
Abbiamo una settimana di ferie e vogliamo sfruttarla per fare un altro “viaggetto” in moto, destinazione Sicilia, sperando di trovare un clima migliore che qui al nord.
Per prima cosa facciamo controllare bene la moto dal meccanico in modo che sia tutto alla massima efficienza: freni, gomme, luci etc, per garantirci la massima sicurezza. Poi ci dedichiamo alla scelta dell’abbigliamento che deve prevedere oltre alle tute di pelle o di materiale termico, abbigliamento intimo termico, tute per la pioggia, stivali da motociclista, guanti, sottocasco e qualche cambio per quando non saremo sulla nostra moto. Ovviamente il posto per i bagagli è limitato e quindi dobbiamo optare per abbigliamento comodo ed informale e soprattutto stivabile in poco posto. Pronti, carichiamo la moto sul treno e lasciamo il freddo e nebbioso nord. Arrivati a Villa San Giovanni traghettiamo e sbarchiamo in Sicilia…………bellissimo il cielo è terso e il sole splende, possiamo iniziare il nostro giro dell’isola. Siamo partiti da una fredda città del nord dove il termometro segnava una temperatura di circa 5° C come massima e dopo solo una notte ci troviamo sotto un bel sole a circa 15° -18° C. Il costo per trasportare la propria moto è di circa € 80 da Bologna a Villa San Giovanni, ma questo piccolo espediente ci permette di evitare di farci un viaggio lungo e faticoso e soprattutto a rischio acqua e freddo e di arrivare riposati e pronti per il nostro piccolo tour.
Ricordati che le operazioni d’imbarco e sbarco spettano al proprietario della moto o qualcuno da lui delegato, per iscritto, ma si può anche viaggiare su un treno diverso da quello che trasporta la propria moto.
Via si parte alla scoperta di Taormina e degli splendidi giardini Naxos, poi ci dirigiamo verso Cefalù, Palermo, San Vito lo Capo e infine torniamo verso Siracusa, Agrigento e la Valle dei tempi, naturalmente vorremmo visitare anche i luoghi del commissario Montalbano. Tanti sono i luoghi da vedere, le città da visitare, le specialità da assaggiare e ci rendiamo conto che una settimana, anzi cinque giorni netti sono pochi per visitare questa bella isola e allora ci riproponiamo di tornarci appena possibile, diciamo che abbiamo avuto solo un piccolo assaggio. Per dormire ci rivolgiamo agli hotel che troviamo aperti sul nostro percorso, magari prenotandoli il giorno prima via internet, tramite il piccolo notebook o cellulare che ci siamo portati, o facendo una capatina in un internet- point. Il nostro tour è finito, ci reimbarchiamo sul traghetto e poi sul treno che ci porterà a casa, stanchi ma felici.

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Un viaggio in moto nel mese di novembre: come affrontarlo?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento