Come si produce la seta?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 18:16:30 07-01-2011

Ipotizzare di produrre la seta in casa può sembrare un eresia se detta all’orecchio dei più giovani. Ma pochi decenni fa era una pratica consolidata e di routine per molte famiglie contadine,soprattutto del nord italia ma non solo, che arrotondavano così gli introiti derivati dalle altre coltivazioni. Perché in fondo, fare la seta può essere considerata una coltivazione. O meglio, un allevamento. L’allevato in questione è il baco da seta, detto anche bombice o Cavaler, larva di una famiglia di falene detta appunta Bombyx Mori. Il ciclo riproduttivo è semplice e breve. La falena madre depone circa 300- 400 uova sulla corteccia dell’albero di gelso, pianta dalle foglie prelibate per questo piccolo animaletto, fissandole con una particolare bava densa e gelatinosa che le protegge dalle intemperie e dai predatori. Dopo poche settimane queste uova , dall’intensa colorazione blu, si schiudono liberando piccole larve lunghe circa 50 mm, i bachi da seta in questione. E’ pressochè immediato l’attacco alle foglie della pianta, che costituiscono la dieta base della larva fornendole tutti i nutrimenti necessari alla maturazione. I bachi mangiano queste foglie ininterrottamente, giorno e notte, cosicchè la loro crescita è molto rapida. A questa si accompagna la costruzione del bozzolo, riparo entro cui la larva potrà portare a termine il suo sviluppo a farfalla. Il bozzolo è costruito dalla saliva dei bachi, sostanza viscosa che indurisce all’aria, creando una sorta di filo, resistente e leggero: un filo di seta. I bozzoli vengono raccolti una volta che le farfalle, bucandoli, ne escono e lo lasciano. Vengono quindi scaldati in acqua bollente e puliti. La fase successiva è la filatura, l’isolamento e il successivo intreccio dei vari fili per aumentarne la resistenza. Naturalmente il colore naturale che ne risulta è bianco- grigio ma è possibile aggiungere alla fase di produzione, quella di colorazione, aggiungendo secondo i propri gusti i colori più svariati. Ed ecco che potete entratre anche voi nella famosa via della seta, la strada che portava nel Mediterraneo tutti i più bei filati di seta provenienti dall’Oriente. Proprio da qui, nel Cinquecento, sono arrivati i bachi trasportati, secondo antiche leggende, all’interno di un vecchio bastone di legno. Oggi giorno, il mercato della seta si è espanso a livello mondiale. E i grandi stilisti delle più famose boutique forse non sanno che parte delle loro più belle creazioni sono state rese possibili dal lavoro frenetico di questi piccoli esserini ingordi “dagli occhi a mandorla”.

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Come si produce la seta?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento