Come riparare una finestra rotta?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 13:13:05 06-01-2011

Quando una finestra presenta una parte danneggiata è necessario ripararla per evitare che i ristagni di acqua piovana penetrino nel legno e formino la muffa. Ricopriamo le zone circostanti con la carta gommata di tipo largo. Servendoci della carta abrasiva grana 150, scartavetriamo bene la parte deteriorata, specialmente nelle parti orizzontali che sono più esposte ai ristagni. Lasciamo fuoriuscire il legno grezzo. Il movimento della mano deve seguire le venature del legno. L’impregnante all’acqua è disponibile in commercio in diverse tonalità: acquistiamolo dello stesso colore della finestra. Intingiamo il pennello poco per volta e poi lo stendiamo sulla superficie.
Se la finestra si screpola interamente e perde la vernice dobbiamo scardinarla e stenderla su di un tavolo ricoperto con un vecchio lenzuolo. Con un pennello di cinque centimetri di larghezza ripuliamo la finestra. Copriamo i cardini con la carta gommata larga. Indossiamo un paio di occhiali protettivi e mettiamo la carta abrasiva 150 in una levigatrice orbitale. Con la levigatrice asportiamo la vernice vecchia e riportiamo il legno allo stato grezzo. Il movimento della mano deve seguire le venature del legno. Togliamoci gli occhiali e, utilizzando un pennello di larghezza cinque centimetri, stendiamo l’impregnante all’acqua sul legno. Questo prodotto proteggerà la finestra dai danni delle radiazioni solari e dagli attacchi di funghi e muffe. Aspettiamo circa due ore affinchè l’impregnante si asciughi poi stendiamo la finitura all’acqua dello stesso colore dell’impregnante. Lasciamo asciugare due ore poi stendiamo la seconda mano. La finitura all’acqua crea una pellicola impermeabile, elastica e duratura. Possiamo ora rimuovere la carta gommata e rimontare la finestra.
In caso di rottura della corda della tapparella è necessario avvicinare una scala alla parte interna della finestra. Saliamo sulla scala e servendoci del cacciavite svitiamo le viti del cassonetto. Apriamo il cassonetto e poi appoggiamolo a terra. Sganciamo la tapparella dal rullo. Svitiamo le viti dell’avvolgitore e togliamo l’avvolgitore dalla finestra. Sganciamo la corda vecchia dall’avvolgitore e rimuoviamola. Misuriamo la corda vecchia e acquistiamone una nuova della misura giusta. Con entrambe le mani riavvolgiamo completamente la puleggia. Utilizzando un cacciavite lungo, blocchiamo la tapparella avvolta, usandolo come freno. Rimuoviamo il fermo e sostituiamolo con la corda. Annodiamo la corda poi lentamente, con entrambe le mani, facciamo ricadere la tapparella in modo che la cinghia si arrotoli al rullo portacinghia. Agganciamo quindi la tapparella al rullo. Tagliamo la corda quaranta centimetri sotto il margine di avvolgimento. Carichiamo al massimo la molla riavvolgendo il piccolo rullo in senso inverso rispetto a quello di avvolgimento della tapparella. Tenendo fermo il rullino, appoggiamo l’estremità della corda nuova al rullino e fissiamola con la vite che abbiamo tolto dalla corda vecchia. Avvitiamo la placca al muro. Chiudiamo il cassonetto.

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Come riparare una finestra rotta?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento