Quando nacque L’Eternit e la sua triste storia?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 10:19:08 05-06-2013

L’Eternit è un materiale detto anche fibrocemento o cemento-amianto caratterizzato da notevole leggerezza e da una grande resistenza a usura e corrosione ed è anche il nome dell’omonima ditta che ha registrato il marchio e prodotto questo materiale per decenni.

Il nome deriva dal termine latino aeternitas (eternità) proprio a causa della sua considerevole resistenza.
Questo materiale venne brevettato per la prima volta nel 1901 ed il marchio venne acquistato nel 1902 da un commerciante, Alois Steinmann, che l’anno successivo aprì il primo stabilimento per la sua produzione a Niederurnen in Svizzera. In seguito l’industriale svizzero Stephan Schmidheiny ereditò la Eternit e nel 1907 venne aperto uno stabilimento italiano a Casale Monferrato in provincia di Alessandria, che divenne anche il più grande sito di produzione di amianto di tutta Europa.

Nel secolo scorso l’Eternit conobbe una grande popolarità producendo lastre utilizzate in numerosi edifici sia pubblici che privati; molto diffuse erano le lastre ondulate, spesso utilizzate per la costruzione di tetti di capannoni e siti industriali. Le lastre di cemento-amianto vennero utilizzate anche nella coibentazione di carrozze ferroviarie e di navi.

Tra il 1966 al e il 1978 il barone Jean Louis De Cartier De Marchienne svolse il ruolo di amministratore delegato ed in seguito diviene presidente del consiglio di amministrazione, carica che mantiene fino al 1986.

Già a partire dagli anni ’60 però si iniziò a discutere della pericolosità per la salute delle fibre di amianto contenute nelle lastre di Eternit: l’usura dei materiali generava infatti una polvere contenente fibre potenzialmente inalabili che una volta inspirate andavano a concentrarsi nei bronchi e nei polmoni provocando danni irreversibili ai tessuti e una malattia polmonare cronica denominata asbestosi. Si scoprì inoltre che la polvere di amianto provocava una forma di tumore molto grave, il mesotelioma pleurico.

L’azienda continuò comunque la produzione disperdendo durante la lavorazione la polvere di amianto anche all’esterno attraverso i condotti di areazione. Questo provocò numerosi casi di contaminazioni e decessi a causa della polvere di amianto sia tra gli operai dello stabilimento che tra la popolazione della città. La vera portata di questi eventi è divenuta tristemente nota solo nei decenni successivi, in quanto il mesotelioma pleurico provocato dall’inalazione di polvere di amianto ha un’incubazione che può arrivate fino a 30 anni.

Negli anni ’80 iniziarono le cause legali contro la Eternit e dal 1986 le fibre di amianto vennero sostituite con altre fibre non cancerogene, anche se i piani di bonifica iniziano solo nel 1996.
Ne 2012 i vertici aziendali Schmidheiny e De Marchienne sono stati condannati in primo grado a 16 anni di reclusione; la condanna è stata aumentata di altri 2 anni nel 2013 dalla Corte d’Appello.

Quando nacque L’Eternit e la sua triste storia?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: Il nome Eternit deriva dal latino "aeternitas", a causa della supposta resistenza di cui il materiale era accreeditato. , Il materiale venne brevettato nel 192, con la realizzazione di un primo stabilimento, in Svizzera, a Niederurnen. Del 1907 la realizzazioen della fabbrica di Casale Monferrato (AL) che diventerà il centro di produzione di amianto più grande di tutta Europa.

Giudizio negativo Svantaggi: Già a partire dagli anni 60 il timore che la sostanza potesse essere dannosa all'uomo, come verrà provato, provocando una malattia polmonare cronica denominata asbestosi. Le cause contro l'azienda iniziarano negli anni 80', con la condanna degli ultimi mesi ai vertici dell'azienda sino a 18 anni di reclusione.

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: abestosi Casale Monferrato condanna eternit

Categoria: Ambiente

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Quando nacque L’Eternit e la sua triste storia?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento