Quali sono stati le motivazioni della prima guerra mondiale ?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 9:23:08 04-02-2011

La prima guerra mondiale fu scatenata dall’omocidio a Sarajevo dell’arciduca Francesco Ferdinando per opera di uno studente bosniaco. L’Austria in seguito mandò un ultimatum alla Serbia, di seguito a tale ultimatum, la Russia assicurò alla Serbia il suo sostegno e ciò rese quest’ ultima forte al punto da respingere l’ultimatum, in particolare non accettò la partecipazione di funzionari austriaci alle indagini sui mandanti dell’attentato. L’Austria decise così di dichiarare guerra alla Serbia in quanto ritenuta responsabile dell’attentato. I tedeschi alleati dell’Austria dichiararono guerra alla Russia e la Francia entrò nel conflitto a sostegno della sua alleata Russia. Si riteneva sarebbe stata una guerra breve, ma in realtà non fu così. Allo scoppio della guerra l’Italia si dichiarò neutrale, ma nel 1915 decise di schierarsi al fianco dell’Intesa di cui facevano parte la Russia e la Gran Bretagna e contro l’impero austro ungarico di cui fino a quel momento era stata alleata. Già alla fine del 1915 l’Italia ebbe notevoli perdite di uomini, infatti, guidate dal generale Cadorna, le truppe sferrarono quattro attacchi all’esercito austro ungarico asserragliato sul Carso, ma tutti gli attacchi finirono con pesanti perdite per l’ Italia. Il 1917 fu un anno molto importante perchè gli eserciti erano stanchi e ci furono ribellioni delle stesse truppe militari e manifestazioni popolari. La demoralizzazione e la stanchezza favorirono la vittoria degli austro-tedeschi dell’ottobre del 1917, fu poi definita e passò alla storia come la “disfatta di Caporetto”. Tale disfatta fu dovuta soprattutto agli errori dei comandi italiani, parte del territorio italiano venne occupato e questo allo stesso tempo portò l’esercito italiano ad essere più unito al fine di cacciare il nemico dal territorio. Sempre nel 1917 la Russia iniziò un processo di dissoluzione dell’esercito in seguito alla caduta dello zar e si ritirò dal conflitto mondiale, mentre nell’aprile dello stesso anno entrarono nel conflitto gli Stati Uniti d’America al fianco della Serbia, della Francia e della Gran Bretagna e in un certo senso presero il posto dei Russi, gli americani erano guidati dal presidente Wilson. Anche grazie a tale intervento, nel 1918 terminò la guerra con la vittoria delle forze alleate, e la sconfitta delle Germania e dell’Austria, a tale vittoria contribuì anche la rivoluzione scoppiata in Germania che portò alla caduta della monarchia. Alla fine di luglio del 1918 le forze dell’ Intesa erano ormai numericamente superiori e nella Battaglia di Amiens la Germania subì la prima pesante sconfitta. Il 24 ottobre sul Piave gli italiani sconfissero gli austriaci che firmarono l’ armistizio, ovvero si arresero.L’undici novembre anche la Germania firmò l’armistizio. Nella conferenza di Versailles furono stabilite le condizioni della pace e furono molto dure nei confronti della Germania, alleata dell’Austria.
Dal punto di vista umano questa guerra fu molto logorante, si combatteva soprattutto nelle trincee, ovvero dei fossi in cui i militari restavano nascosti anche per molto tempo con cibo scarso.

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Quali sono stati le motivazioni della prima guerra mondiale ?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento