Quali sono i sintomi della gastroenterite nei gatti?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 8:36:38 01-04-2011

Nonostante negli ultimi tempi è di moda tenere in casa animali domestici che proprio domestici non sono, tipo serpenti, iguane, conigli, i preferiti dei bambini rimangono sempre i tradizionali cuccioli da compagnia, cani e gatti.
I gattini, anche essendo un po’ solitari sono capaci di dare affetto e ricambiare quello del padrone, stabilendo con esso una relazione di complicità istintiva. I gatti vengono apprezzati per lo spirito d’indipendenza, per la capacità di trovarsi il cibo, per il loro temperamento allegro, energico e genuino.
Naturalmente tenere animali in casa comporta che ci siano delle regole da rispettare, è importante per un gatto che ci siano degli scaffali per permettergli di sovrastare l’ambiente e guardare dall’alto e un graffiatoio, in modo da proporgli un’alternativa ai mobili, che altrimenti sarebbero completamente graffiati, una lettiera da pulire e disinfettare costantemente, non devono esserci piante che potrebbero risultare tossiche. E’ bene spazzolarlo almeno una volta a settimana per evitare che si depositino parassiti che potrebbero causare problemi alla pelle.
Può capitare, però che, nonostante tutte le cure e le accortezze, il gatto contragga delle malattie, se non lo si è vaccinato prima. Una delle più gravi è la gastroenterite felina o panleucopenia che è causata da un virus. Il virus viene diffuso, attraverso il vomito, le feci o la saliva, nell’ambiente da gatti infetti e può essere contratto per inalazione, per ingestione o per contatto. I micini non vaccinati possono infettarsi più facilmente e la mortalità è elevata. Gli adulti riescono a guarire frequentemente se curati bene. Non si conosce l’esistenza di una terapia specifica, si somministrano al gatto liquidi per idratarlo e antibiotici. Se guarisce, svilupperà l’immunità alla malattia.
I sintomi della gastroenterite felina sono: diarrea diffusa, vomito, perdita di appetito, febbre, sonnolenza, anoressia, dolore all’addome e soprattutto disidratazione che è possibile constatare con un semplice gesto: pizzicare il mantello del gatto, se la pelle non si ridistende subito è disidratata e occorre correre dal veterinario che saprà apportare sicuramente le giuste cure. Il decorso della gastroenterite dura intorno ai sei giorni, superati i quali è possibile guarire facilmente, anche se il virus rimane nell’ambiente a lungo. E’ bene quindi disinfettare pavimenti, mattonelle e tutto ciò che è venuto a contatto con il gatto.
Per ovviare a tale malattia esiste il vaccino che va effettuato alla ottava settimana di vita del micino e dopo un mese, in seguito basta effettuarlo una volta all’anno per essere immunizzati. E’ importante che non venga effettuato alle gatte gravide poiché potrebbe portare seri danni ai feti, quali gravi lesioni cerebrali.
In definitiva di fronte a sintomi quali vomito e diarrea in un gatto soprattutto se piccolo e non vaccinato è bene correre dal veterinario e fare il test per diagnosticare la gastroenterite e cominciare subito la terapia, poiché il fattore tempo è fondamentale, in più bisogna isolarlo da tutti gli altri animali per evitare il contagio.

Quali sono i sintomi della gastroenterite nei gatti?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: Per ovviare a tale malattia esiste il vaccino che va effettuato alla ottava settimana , E' importante che non venga effettuato alle gatte gravide

Giudizio negativo Svantaggi: bisogna isolarlo da tutti gli altri animali per evitare il contagio

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: animali domestici gastroeinterite nei gatti gatti

Categoria: Animali da compagnia

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Quali sono i sintomi della gastroenterite nei gatti?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento