Quali sono le malattie comuni nei conigli?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 15:51:52 03-03-2011

Quali sono le malattie più diffuse nei conigli? La patologia di origine virale più comune è sicuramente la mixomatosi. Si tratta, purtroppo, di una malattia ad alta mortalità e con forte probabilità di contagio, che si trasmette con il sangue da acari e insetti. Per questa patologia è fortemente consigliata la vaccinazione, e in ogni caso si raccomanda l’installazione di zanzariere e l’utilizzo di insetticidi. La mixomatosi si può riconoscere dalla comparsa di sintomi quali congiuntivite, difficoltà respiratorie, secrezioni nasali con pus e palpebre tumefatte. Purtroppo non esiste una terapia apposita, e molto di rado gli animali sono in grado di guarire grazie alla formazione di anticorpi. Il vaccino della mixomatosi deve essere somministrato intorno ai sei mesi. Un’altra malattia molto comune tra i conigli è la coccidiosi. Si tratta di una patologia epatica o intestinale che colpisce le cellule degli organi interni. Nel caso della coccidiosi intestinale vengono attaccate le cellule dell’intestino, e la crescita del coniglio viene fortemente rallentata; nel caso della coccidiosi epatica, invece, a essere interessati sono i dotti biliari del fegato, che vengono ostruiti, e l’animale soffre di una forma piuttosto forte di diarrea. Nei casi più gravi può addirittura sopraggiungere la morte, solitamente dopo due settimane. In caso di contagio non è disponibile alcuna cura, per evitarlo è bene cercare di non lasciare il coniglio in ambienti umidi e freddi. Inoltre, è da prediligere un’alimentazione con prodotti anticoccidi. Altra forma virale che può interessare l’animale è la Mev. In questo caso abbiamo a che fare con un virus contagioso e incurabile. Ad ogni modo, a due mesi di vita il coniglio può essere sottoposto a profilassi, con richiami ogni sei mesi. Segnaliamo un’ulteriore malattia molto comune tra i conigli. Ci riferiamo alla coryza, che altro non è che un virus di origine influenzale che si palesa con respirazione affannata, arrossamento degli occhi e rinite. Essa può complicarsi e dare origine alla Pasteurella. Una terapia antibiotica consistente consente di riportare l’animale in salute. Concludiamo citando la possibile presenza di tumefazioni e noduli, che possono fare la propria comparsa in ogni zona del corpo. Può trattarsi di tumori o semplici ascessi, ma in ogni caso devono essere esaminati il più presto possibile. Particolarmente diffusi sono gli ascessi della mandibola, che tra l’altro sono molto pericolosi poiché solitamente sono accompagnati da un’infezione dei denti e delle ossa circostanti. In presenza della già citata mixomatosi, invece, è possibile che compaiano noduli sulla cute dei genitali, delle palpebre e delle orecchie. A proposito delle orecchie, non bisogna sottovalutare eventuali infezioni, che possono manifestarsi di frequente. Esse si palesano con tumefazioni e arrossamenti alla base del padiglione, e devono essere curate immediatamente. Non è raro, infine, nemmeno lo scolo nasale, che si può riconoscere dal pelo imbrattato davanti alle narici. Lo scolo non deve essere preso sottogamba, perché può essere indice di un semplice raffreddore ma anche di patologie più gravi, sia di origine batterica che di origine virale, che possono compromettere in maniera seria la salute del coniglio.

Quali sono le malattie comuni nei conigli?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: lo scolo non deve essere preso sotto gamba , qualunque malattia non deve essere trasqurata

Giudizio negativo Svantaggi: la mixomatosi è molto pericolosa e porta molte volte alla morte dell'animale

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: animali domestici conigli malattie dei conigli

Categoria: Animali da compagnia

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Quali sono le malattie comuni nei conigli?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento