Quali sono le diverse forme di contraccettivi spermicidi?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 22:02:16 06-12-2010

I contraccettivi spermicidi sono creme, schiume, gel o ovuli che se, prima di avere un rapporto sessuale, applicati all’interno delle pareti vaginali hanno la funzione di distruggere gli spermatozoi prima che vengano a contatto con l’ovulo.
Le creme e i gel vanno spalmati sulle pareti dei genitali femminili qualche minuto prima di procedere al rapporto; gli ovuli invece vanno inseriti all’interno della vagina quanto più in profondità possibile. L’effetto di questi prodotti non è prolungato nel tempo, se entro un’ora dall’assunzione non si consuma il rapporto, perdono la loro efficacia e va replicata l’assunzione.
Proprio per questa loro funzione, di prevenire l’incontro tra spermatozoi e ovocita vengono vengono anche definiti metodi di contraccezione a barriera o meccanici, insieme al preservativo, il diaframma e la spirale.
Questa forma di contraccezione è considerata una delle meno sicure, tant’è che a volte questi prodotti assumono dignità solo di coadiuvanti ad altri metodi come il diaframma atti a prevenire il concepimento.
Per quanto riguarda il rischio di malattie sessualmente trasmissibili, è importante non confondere contraccezione e protezione perchè sono due cose che non coincidono, solo uno dei metodi contraccettivi protegge dalle malattie sessualmente trasmissibili, ed è il preservativo.

Particolari condizioni non ne esistono per l’utilizzo di questi prodotti, se non che comunque bisogna prestare attenzione nel caso si notassero variazioni o l’insorgere di fastidiosi pruriti è opportuno sospendere l’assunzione e consultare un medico che saprà capire il motivo dell’insorgere del problema.
Da un punto di vista tecnico, il fatto che gli spermicidi vadano assunti poco prima del rapporto sessuale, può causare momenti di imbarazzo in partner inesperti o comunque togliere quel velo di poesia di un rapporto intimo.

Qualche anno fa si scoprì che gli alcuni spermicidi potevano contenere sostanze dannose e cancerogene, per cui vennero completamente ritirati dal mercato, il principio attivo oggetto della questione fu il nonxynol-9 che si notò dava pruriti ed irritazioni vaginale e dermatiti ed irritazioni al pene in buona parte degli individui che ne facevano uso.
Inoltre il Nonoxynol-9 avendo un azione battericida modificava la flora vaginale cambiandone il Ph e creando un ambiente favorevole allo sviluppo di infezioni da batteri come la Candida, l’Escherichia Coli, il Proteus mirabilis.
Ad oggi gli spermicidi sembrano non essere disponibili sul mercato italiano, per acquistarli bisogna rivolgersi a qualche sito internet o andare direttamente all’estero.
La domanda che ci si fa è perchè all’estero sono venduti e in Italia sono banditi? Se fossero dannosi per la salute di chi li utilizza sarebbero banditi ovunque.
Da alcune informazioni provenienti in un sito accreditato nel trattare tematiche sulla salute femminile, si apprende che la casa farmaceutica non è più riuscita a registrare il proprio marco in Italia, senza entrare nel dettaglio, è comunque qualcosa che riguarda la burocrazia.
Inoltre con l’introduzione della pillola e di altri metodi contraccettivi più efficaci, gli spermicidi hanno perso una buona fetta di acquirenti e introdurli nel mercato farmaceutico forse produce più costi che guadagni.

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Quali sono le diverse forme di contraccettivi spermicidi?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento