Quali sono gli svantaggi o i vantaggi di assumere un architetto per la propria casa ?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 9:07:04 26-11-2010

Una delle mode del momento, che va in realtà avanti da molti anni, per chi se lo può permettere
ovviamente, è procurarsi un architetto specializzato in interior design che disegni ad hoc la casa, occupandosi completamente della divisione della metratura, dell’arredamento e dell’estetica dell’appartamento o villa che sia, scegliendo in completa autonomia, anche se rispettando gusti e linee guida dei proprietari, dalla tinta data alle pareti, alla scelta dei pavimenti, al colore e la foggia del divano, allo stile di tutta la casa.
Lavorando su ampiezza e disposizione della vostra casa, si preoccuperà, cospicuamente
remunerato, di studiare le soluzioni adatte ai proprietari, al numero del nucleo familiare, al
loro tipo di vita.
Al di là dell’ovvio costo, molto alto, di un servizio di questo genere ( considerando che un
arredatore tipo prende anche 1500/2000 euro per arredare una camera solamente),
ho dei dubbi in merito al richiedere una consulenza di questo tipo, quando non sia strettamente
necessaria.
Arredare la casa è uno dei momenti più importanti del cambiamento che è un trasloco: che
sia per un giovane che va a vivere da solo, che sia per una coppia che va a vivere insieme,
che sia per una famiglia che cambia semplicemente casa, scegliere in autonomia mobili e
complementi d’arredo diventa una forma di espressione, nonché un modo per evidenziare
a sè stessi e agli altri le proprie priorità di vita.
Di conseguenza, mettendo questo momento nelle mani di perfetto estraneo, secondo me,
significa rinunciare ad un’occasione per conoscere meglio sé stessi e le persone con cui si vive, per quanto stressante e stancante possa essere.
In passato, con la casa in piena ristrutturazione, un amico architetto insistette per preparare
un progetto con la sua personale visione dell’appartamento, e con le sue soluzioni per adattare
la metratura della casa alla convivenza di quattro persone: di tutto il progetto, le scelte sposate
furono forse tre o quattro particolari superficiali, nonostante l’interior designer sapesse il
fatto suo. Questo perché la possibilità di farsi aiutare in scelte come queste da un estraneo
dipende da quanto avete intenzione di godervi il vostro appartamento: sì all’arredatore
per case di rappresentanza, sistemate ad hoc per stupire i vostri ospiti, ma no all’arredatore,
almeno in base alla mia esperienza, per mettere mano alla casa che vivete davvero, semplicemente
perché il proprio appartamento, oltre che essere un vero e proprio nido, è qualcosa di
estremamente personale, per cui ben vengano consigli e idee, ma dove mettere un divano
siete voi a doverlo decidere, così come il colore che vi piace di più per i complementi d’arredo
come tende e tappeti, o la grandezza del tavolo.
De gustibus non disputandum est, soprattutto in qualcosa di così privato.
Al contrario, è molto comoda la consulenza di un architetto oltre alla divisione tecnica della
casa, ovvero per spostamento di pareti e simili, oppure per particolari specifici, come ad esempio
aggiungere una scala, oppure riuscire a ricavare due stanze da un solo vano, e così via.
In questo caso, è meglio che il consiglio provenga da qualcuno competente in materia,
in grado di valutare la struttura dell’appartamento e dell’intero palazzo, con relative questioni di pesi,
che in determinate variazioni strutturali sono assolutamente necessarie.
In conclusione, usare un architetto è consigliabile in determinate situazioni, a patto che non
vi facciate convincere da lui su quale tipo di casa dobbiate poi abitare voi.

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Quali sono gli svantaggi o i vantaggi di assumere un architetto per la propria casa ?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento