Quali sono gli antiossidanti e perchè sono così importanti?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 9:26:07 29-12-2010

Quando parliamo di antiossidanti, ci riferiamo a sostanze che hanno la facoltà di rendere innocui i radicali liberi, mettendo al riparo l’organismo dalla loro azione negativa. Molti alimenti sono considerati anticancerogeni proprio in virtù del fatto che contengono sostanze antiossidanti. Entriamo più nel dettaglio. Durante il metabolismo, parte dell’ossigeno viene utilizzato per produrre i radicali liberi. Si tratta di molecole che, per la presenza di uno o più elettroni spaiati nell’orbitale più esterno, sono molto reattive dal punto di vista chimico, in grado di arrecare danni a strutture cellulari quali il Dna e la membrana plasmatica. È l’intero organismo a risentire dell’azione negativa dei radicali liberi, i quali sono responsabili della depressione del sistema immunitario, dell’accelerazione dei processi di invecchiamento delle cellule e di molte forme di tumore. Ecco, dunque, che gli antiossidanti (che si dividono in esogeni, che sono quelli presenti negli alimenti, ed endogeni, che sono quelli sintetizzati da ogni organismo in maniera autonoma) aiuta il corpo umano a controllare l’attività dei radicali liberi. Le principali sostanze non enzimatiche antiossidanti sono le antocianine, i polifenoli, la vitamina C, i carotenoidi e la vitamina E. Sono molti gli alimenti in grado di esercitare un’azione di protezione rispetto ai radicali liberi; tuttavia questi ultimi possono aumentare a causa di regimi alimentari scorretti (per esempio, eccessi di ferro, diete troppo ricche di grassi animali, intolleranze alimentari, eccesso di consumo di pesce grasso e oli vegetali). In particolare, gli alimenti più pericolosi (se assunti in quantità eccessive) sono gli oli vegetali, la frutta secca e i pesci grassi, che sono ricchi di lipidi, e, nello specifico, di acidi grassi polinsaturi. Ad ogni modo proprio in questi alimenti sono presenti quantitativi di vitamina E che consentono, almeno parzialmente di neutralizzare l’attività dannosa dei radicali liberi. Sono molti gli alimenti, specialmente di origine vegetale, che contengono sostanze con proprietà antiossidanti più o meno consistenti. In particolare, citiamo la vitamina C, la vitamina A e la vitamina E; inoltre, alcuni minerali quali lo zinco, il selenio e il rame. La Scala Orac, elaborata dal dipartimento dell’agricoltura degli Stati Uniti, consente di quantificare il potere antiossidante dei diversi cibi: essa si basa sulla capacità di assorbimento dell’ossigeno. Il quantitativo di antiossidanti ritenuto sufficiente per proteggersi dall’azione dei radicali liberi è stato indicato, approssimativamente, in 5mila unità Orac giornaliere, che sono contenute in cinque porzioni di frutta e verdura. Entrando nel dettaglio, notiamo che un bicchiere di succo di pompelmo presenta 1274 unità, un peperone 529 unità, un kiwi 458 unità, un’arancia 983 unità, una tazza di fragole 1170 unità, un bicchiere di succo d’arancia 1142 unità, un grappolo di uva nera 569 unità. E’ doveroso tenere in conto, comunque, la differenza tra cibi crudi e cibi cotti.

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Quali sono gli antiossidanti e perchè sono così importanti?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento