Quale scegliere, quante regalarne, come evitare che i bambini mangino troppe uova di cioccolato ?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 12:32:06 09-04-2014

Aprile è il mese dell’uovo di Pasqua, rivestito da colorate confezioni e soprattutto buono.
La cioccolata quindi è la protagonista assoluta della Pasqua dei bambini.

Il cacao è uno dei pochi alimenti naturali, che insieme alla frutta, costituisce una fonte preziosa di nutrienti quali sali minerali ed antiossidanti, oltre che avere un sapore indiscutibilmente buono ed inimitabile.

La cioccolata, poiché costituita per gran parte da cacao, può essere un piacere da consumare e da far consumare al proprio bambino abitualmente, a patto che si rispettino delle semplici regole al momento dell’acquisto.

Le uova di cioccolata pasquali vengono prodotte con lo stesso tipo di cioccolata solitamente utilizzato nelle classiche barrette e ovetti in vendita per tutto il periodo dell’anno, quindi useremo gli stessi accorgimenti per selezionare il tipo di cioccolata più salutare.

Un consiglio è leggere attentamente gli ingredienti sulla confezione: il cioccolato che contiene solo burro di cacao senza grassi vegetali aggiunti è già un ottimo prodotto, se poi abituiamo nostro figlio a mangiare il cioccolato fondente, che in alcuni casi è dolce almeno quanto quello al latte, tanto meglio.

Il cioccolato fondente, come risaputo, contiene una minor quantità di grassi insaturi rispetto a quello al latte, ed in genere una maggior percentuale di cacao tra gli ingredienti.
A tal proposito mettere da parte qualche pezzo di uova di Pasqua al cioccolato fondente e riutilizzarlo come merenda da offrire al bambino inserito tra due fette di pane senza sale, magari fatto in casa, è una buona idea che unisce gusto, semplicità e soprattutto tanta salute.

La giusta quantità di cioccolata da far mangiare ad un bambino senza particolari problemi di peso consiste in un uovo di medie dimensioni o due uova piccoline (200 grammi circa) nell’arco di due-tre giorni. Le altre uova che eventualmente riceverà da amici e parenti saranno riutilizzate per dolci e merende e conservate nella loro confezione originale chiusa da un elastico oppure in un contenitore ermetico di vetro.

La plastica è sconsigliata in quanto il cioccolato, essendo un alimento che assorbe molto gli odori, tenderebbe ad assumere giorno per giorno “l’aroma”, anche se lieve, degli oggetti e degli alimenti che ha attorno.

Una soluzione per evitare un eccessivo consumo di cioccolata può essere quella di consigliare agli adulti che probabilmente ne acquisteranno per regalarla ai bimbi di sostituirla con un piccolo dono, un puzzle, un libro o altro, abbinato magari ad un ovetto di cioccolata in formato mignon.

Coinvolgere il bambino in attività ludiche come la pittura delle uova sode con dei coloranti per alimenti la mattina di Pasqua, oppure renderlo attivo nella preparazione di semplici ricette pasquali può essere utile per distoglierlo dalla tentazione di tuffarsi in un mare di uova di cioccolata.

Tuttavia la sorpresa e l’entusiasmo nello scartare uno o due uova e romperle per vedere cosa c’è dentro non dovrebbero mai mancare tra le emozioni di un bambino nei giorni di Pasqua, motivo per cui è bene adottare limiti e precauzioni, ma senza esagerare.

Quale scegliere, quante regalarne, come evitare che i bambini mangino troppe uova di cioccolato ?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Quale scegliere, quante regalarne, come evitare che i bambini mangino troppe uova di cioccolato ?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento