Qual’è la posizione di Obama verso il nucleare?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 15:21:45 04-02-2011

“Per soddisfare i nostri crescenti bisogni di energia ed evitare le conseguenze dei cambiamenti climatici, avremo bisogno di centrali nucleari, una sola centrale atomica consente di tagliare sedici milioni di tonnellate di CO2 rispetto ad un impianto a carbone. Praticamente è come togliere dalla strada 3,5 milioni di macchine”. Sono queste le parole che il presidente americano ha pronunciato circa un anno fa, durante una visita ad un centro per lo sviluppo di energie pulite nel Meryland. Ha inoltre annunciato la realizzazione di due nuove centrali atomiche in Georgia entro il 2017, così saranno 106 quelle in funzione negli USA.
“La maggior fonte d’energia che non produce emissioni inquinanti” ‘ha dichiarata Barack Obama, sapendo bene che questi suoi annunci non sarebbero stati accolti positivamente da tutti.
In particolare, ad esser stati delusi dal presidente, sono ovviamente gli ambientalisti, i partiti di sinistra e gli esperti del settore che si dicono preoccupati per lo stoccaggio delle scorie radioattive. Ma Obama risponde alle accuse dicendo che “non possiamo permettere che le divergenze frenino il progresso. Su un tema che condiziona la nostra economia, la nostra sicurezza e il futuro del pianeta non possiamo restare bloccati nell’annoso dibattito tra destra e sinistra, imprenditori e ambientalisti.”
A favore del presidente, fra i tanti anche il ministro italiano Scajola il quale dice che “spero che l’esempio del Presidente Obama convinca i nostri ambientalisti che il nucleare non va demonizzato, ma affrontato con razionalità senza strumentalizzazioni ideologiche.”
Il pensiero del presidente si può sintetizzare nel far fronte ai cambiamenti climatici investendo sul nucleare e in particolare stiamo parlando di 8,3 miliardi di dollari che verranno stanziati per il progetto della Green Economy, cifra che sembra esser destinata a triplicare (si parla infatti di altre 6 0 7 centrali nei prossimi anni).
Il suo progetto darà lavoro a 3 mila persone durante la fase di costruzione e 850 permanenti a lavoro ultimato senza contare il fatto che garantirà energia a 1,4 milioni di persone.
Obama per lanciare il suo progetto, ha dalla sua parte una legge del 2005 seconda la quale il dipartimento dell’ energia autorizza ad elargire prestiti in garanzia fino a 18,5 miliardi di dollari se questi possono servire a finanziare progetti che aiutino alla riduzione dei gas serra.
Ad aprile dello scorso anno, a Praga, il presidente americano e quello russo Medvedev, hanno firmato lo Star-2, il trattato che stabilisce un tetto di 1.550 testate nucleari operative e un massimo di 800 vettori per ciascuna delle sue superpotenze e che, a dire di Obama, rende gli Stati Uniti e il mondo più sicuri.
Obama mette inoltre definitivamente da parte il vecchio progetto di George W. Bush il quale voleva allargare lo scudo antimissilistico a Polonia e Repubblica Ceca.
Massari, il portavoce della Farnesina, considera questo trattato l’inizio di un’era dove il nucleare serve a obiettivi diversi rispetto a 20 anni fa.

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Qual’è la posizione di Obama verso il nucleare?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento