Qual’è la città più pericolosa d’Italia?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 17:09:22 11-12-2010

Dall ‘ ultimo sondaggio condotto da ” Italia Oggi ” e dall ‘ Università ” La Sapienza ” sulla qualità della vita è , ancora una volta , Napoli a detenere il primato , negativo , di città più invivibile d’ Italia . La provincia Partenopea è preceduta da ben 22 città del Mezzogiorno , confermando così , rispetto il 2009 , un ulteriore peggioramento complessivo del Sud . Napoli è divenuto ormai simbolo di un Sud in cui si vive sempre peggio . L ‘ indagine sulla qualità della vita è stata condotta facendo riferimento a 9 voci principali : tenore di vita , sistema salute e tempo libero , ambiente , affari e lavoro , disagio sociale e personale , criminalità , popolazione , servizi finanziari e scolastici . La situazione a Napoli si è aggravata ulteriormente in seguito all ‘ emergenza rifiuti cha da ben 16 anni sembra non trovare una stabile soluzione . Ancora oggi la città offre uno scenario putroppo desolante ed inquietante , un capoluogo di grande importanza storica e culturale come Napoli immerso nella spazzatura e nella puzza , nonostante le diverse proteste popolari . Questo è solo uno dei tanti fattori che ha condotto Napoli al ” podio ” di città più ” difficile ” d ‘ Italia . A contribuire sono stati anche i diversi episodi che segnano la provincia : arresti per spaccio , furto , ordini di carcerazioni , seguiti da episodi di cittadini per una rissa , uno scippo o un tentativo di rapina . Già in passato tra il ‘ 99 e il 2004 , in Campania , si è registrato il maggior numero di omicidi , pari al 45 % del totale nazionale . Napoli è purtroppo la ” culla ” del crimine organizzato che è arrivato con gli anni ad uccidere anche ragazzine e bambini innocenti . Statistiche inoltre evidenziano come l ‘ occupazione in Campania ede in particolare nellaa città Partenopea sia diminuita , risentendo maggiormente gli effetti della crisi economica . Il tasso di disoccupazione è stimato del 13,8 % , uno dei più alti d ‘ Italia ( settimo maggior valore rivelato in Italia ) . Causa della disoccupazione a Napoli è la debolezza del sistema economico della città . Gran parte delle imprese partenopee è stata costretta a ricorrere alla cassa integrazione nel primo trimestre del 2010 , soprattutto nei seguenti settori : meccanico (+25%) , edile (+61%) , industria alimentare (+39%) , chimico (+116%) , metallurgico (+20%) e del legno (+12%). Si potrà auspicare una ripresa del mercato del lavoro a Napoli, solo quando vi saranno segni di superamento della crisi aconomica a livello nazionale e cambiamenti strutturali nel mondo finanziario.

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Qual’è la città più pericolosa d’Italia?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento