Perché San Valentino, la festa degli Innamorati, cade il 14 Febbraio?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 10:10:28 17-04-2013

La festività di San Valentino ricorre il 14 Febbraio, il quale viene considerato giorno degli innamorati e festeggiato con diversi usi e consuetudini in tutto il Mondo.

La ricorrenza nasce come tentativo della Chiesa di “cristianizzare” il rito pagano della lupercalia, rito risalente al quarto secolo a.C. attraverso il quale i Sacerdoti si introducevano nella grotta dove secondo la leggenda Romolo e Remo furono allattati dalla lupa, per compiere dei riti propiziatori con la funzione di tenere i lupi lontani dai campi coltivati. Al termine di questi riti, i nomi di uomini e donne che adoravano questo Dio venivano mischiati in un’urna e sorteggiati a sorte da un bambino. Le coppie estratte avrebbero poi vissuto un anno intero in intimità. Questa festività era dedicata alla fertilità, successivamente cambiò la sua connotazione verso l’amore romantico. Fu così che nel 496 d.C. Papa Gelasio annullò questa festa pagana per istituire il giorno di San Valentino, vescovo romano martirizzato due secoli prima.

La scelta di Valentino come patrono degli innamorati è da ricondurre ad una leggenda secondo la quale egli fu il primo religioso a celebrare l’unione tra un legionario pagano ed una giovane cristiana. Questa storia inizia quando un giorno San Valentino, vicino al suo giardino, sentì due giovani fidanzati litigare nei pressi della sua abitazione. Egli allora cercò di riconciliare loro e pregò il Signore affinchè mantenesse vivo il loro amore. Qualche tempo dopo i due si unirono in matrimonio. Successivamente, allo spargersi della voce, molti decisero di andare in pellegrinaggio da Valentino il 14 di ogni mese, giorno destinato alle benedizioni. La data venne poi ristretta al solo Febbraio in quanto quel giorno del 273 San Valentino morì.
L’associazione di questa festa con l’amore romantico è attribuita a posteriori, anche se con teorie sull’origine controverse. La più accreditata è la teoria secondo la quale il giorno di San Valentino venne introdotto grazie al circolo di Geoffrey Chaucer che nel suo scritto “Parlamento degli uccelli” associa la data del 14 Febbraio al fidanzamento di Riccardo II d’Inghilterra con Anna di Boemia. Tuttavia durante il Medioevo, in Francia e Inghilterra, si riteneva che a metà febbraio iniziasse l’accoppiamento degli uccelli: ecco che il 14 Febbraio si prestava come data perfetta per la celebrazione della festa degli innamorati.

Perché San Valentino, la festa degli Innamorati, cade il 14 Febbraio?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: San Valentino in origine, rappresentava la festa pagane della lupercalia , Del 496 l'attribuzione del giorno, da parte di Papa Gelasio, a d un vescovo martirizzato, due secoli prima, di nome Valentino.

Giudizio negativo Svantaggi: Un'altra tradizioni lo collega al fidanzamento di Riccardo II d'Inghilterra con Anna di Boemia

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: amore innamorati san valentino tradizione

Categoria: Eventi

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Perché San Valentino, la festa degli Innamorati, cade il 14 Febbraio?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento