Perch il caso Ruby dovrebbe essere assegnato al tribunale dei ministri?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 16:55:20 31-01-2011

Non si fa che parlare in questi giorni del caso Ruby, che sta influenzando la vita politica del nostro paese. In primo piano come sappiamo c’è il presidente del consiglio Silvio Berlusconi, che è indagato per prostituzione minorile e concussione, due crimini non da poco. Tutti stanno chiedendo, seppure invano le sue dimissioni, a causa di tutto questo, in quanto lui non sta facendo più niente per risolvere la crisi economica che ormai da qualche buon anno sta affliggendo la nazione. Eppure lui sembra inamovibile e spesso con le sue dichiarazioni vuole attaccare il buon nome dei magistrati. Si sta quindi parlando di affidare il caso Ruby al tribunale dei ministri. Il rischio potrebbe essere che lo stesso sia di parte ed il tutto si concluda con un nulla di fatto. Poi il tutto andrebbe a vantaggio dello stesso presidente Berlusconi, in quanto userebbe tutto ciò come una sorta di nuova propaganda elettorale, tenendo presente che il rischio di elezioni anticipate si sta facendo sempre più reale. I cittadini che non hanno votato Berlusconi potrebbero sicuramente pensare che lui sarebbe al di sopra della legge e continuerebbe a fare i suoi interessi, come successo fino ad ora. Nessuno dell’opposizione inoltre sarebbe più disposto a tollerare i continui attacchi del presidente alla magistratura, che in fondo sta facendo il suo lavoro. I pm che si stanno occupando del caso Ruby, vogliono il giudizio immediato del premier, quindi sarebbe controproducente un affidamento di questo caso nazionale al tribunale dei ministri. Per chi non lo sapesse, il tribunale dei ministri è chiamato ad indagare soltanto su tutti quei reati commessi dal presidente del consiglio, ossia il primo ministro e tutti i ministri, soltanto nell’esercizio delle proprie funzioni. Nel caso in questione invece, emerge che questi reati il presidente del consiglio li abbia commessi nella sua vita privata e non nell’ambito delle sue funzioni, ecco perché non è logico che sia chiamato a giudicare il tribunale dei ministri.
I giorni scorsi era scoppiato il caos anche in merito al fatto che questi fatti, accaduti ad Arcore, dovessero essere di competenza del tribunale di Monza e non di quello di Milano. In teoria quindi si sarebbe dovuto togliere il caso dalla Bocassini. Questa tesi è stata portata avanti e tuttora continua ad esserlo, dai difensori di Berlusconi. Febbraio sarà comunque un mese molto importante per il presidente per le sue vicende giudiziarie e le intenzioni della magistratura appaiono chiare, portarlo a processo entro il mese di aprile. In situazioni di piena emergenza il voto immediato di fronte a questi eventi appare la soluzione più plausibile ed inevitabile e si sta anche discutendo sull’eventualità da parte del capo dello stato di sciogliere le camere, come previsto dall’articolo 88 della nostra Costituzione. Si attendono ora gli sviluppi di questa tormentata vicenda di Ruby e di tutto quello che accadrà nelle prossime settimane e nei prossimi mesi. Di certo è che così nessuno si occupa come dovrebbe dei problemi del paese, che fatica sempre ad uscire da questa crisi economica che si ripercuote in tutti quanti i settori e crea sempre più disoccupazione ed incertezza del proprio futuro.

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Perch il caso Ruby dovrebbe essere assegnato al tribunale dei ministri?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento