Perchè i gemelli Winklevoss intentarono una causa contro Mark Zuckerberg?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 17:16:08 04-02-2011

L’ormai famosissimo Mark Zuckerberg sembra non possa concedersi sonni tranquilli a causa dei suoi ex compagni di Università (ed ex amici), i fratelli Cameron e Tyler Winklevoss.
Veniamo ai fatti: i due fratelli sostengono che, nel 2004, il giovanissimo Zuckerberg, appena diciannovenne, abbia collaborato con loro per la creazione di un social network per il Campus dell’Università di Harvard (Connect-U). L’idea del portale era effettivamente molto simile all’attuale Facebook con la differenza di rivolgersi solo agli studenti dell’Università e non a tutto il mondo.
L’unico scopo di Mark, a detta dei Winklevoss, era quello di carpire tutte le informazioni utili sia in termini di codici che di idee sviluppate per poter poi dare il via a Facebook.
Sembra infatti che, una volta raccolte tutte le informazioni che gli servivano, il giovane informatico si sarebbe dileguato dall’università con la scusa di impegni improrogabili. Un comportamento veramente sospetto a detta dei due fratelli che hanno poi avuto conferma ai propri dubbi quando hanno assistito alla nascita di Facebook.
I fratelli Winklevoss affermano che Facebook non sia quindi l’idea del giovane e brillante genio Mark ma bensì semplicemente un furto delle loro idee originali e che quindi vogliono essere riconosciuti come ideatori del social network più famoso al mondo.
La vicenda è ovviamente da chiarire e il contenzioso continua ad essere seguito dai legali delle parti.
Nel 2008, dopo quattro anni di battaglie, i due fratelli hanno ricevuto venti milioni di dollari in contanti più altri quarantacinque milioni in azioni di Facebook. Ma sembra che questi non fossero gli accordi presi e quindi la vicenda continua a procedere.
Nel febbraio dell’anno scorso era uscita la notizia di un probabile accordo: sessantacinque milioni di dollari per mettere a tacere la vicenda e per riconoscere agli Winklevoss una “ricompensa” per l’idea iniziale.
Cameron e Tyler sostengono che nessun accordo è stato raggiunto anche perché per loro non si tratta di una questione di soldi ma solo di principio. Sarà… ma il sospetto è che, in realtà, l’offerta di sessantacinque milioni di dollari, non sia ancora sufficiente per mettere in pace l’orgoglio ferito dei due fratelli.
Una curiosità: Tyler e Cameron hanno il loro profilo attivo sulle pagine di facebook, sostengono infatti che sia un eccezionale metodo per rimanere in contatto con le persone care. Possiamo immaginare che per Mark non sia una cosa piacevole vedere ogni giorno, nella sua infinita lista di amici, i due fratelloni. Probabilmente li avrà bloccati come facciamo noi, comuni esseri mortali, con le persone che ci siamo pentiti di aggiungere alla nostra pagina.

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Perchè i gemelli Winklevoss intentarono una causa contro Mark Zuckerberg?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento