Tè nero e tè verde: quali sono le differenze?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 21:07:51 07-12-2010

Il tè è una delle bevande più consumate sia per l’inconfondibile gusto sia per i benefici che se ne ottengono.
Ormai il tè classico è stato soppiantato da altre varietà, tra le quali le più consumate sono il tè nero ed il tè verde.
Innanzitutto occorre chiarire che tutte le varietà di tè vengono ricavate dalla stessa pianta, la Camellia Sinensis.
Il tè nero viene prodotto utilizzando foglie che una volta raccolte dalla pianta vengono messe a fermentare e macerare. In seguito vengono poi essiccate, arrotolate e sminuzzate, subendo un processo di ossidazione.
Il livello qualitativo del tè nero viene determinato dalla giovinezza delle foglie, infatti il tè prodotto con germogli o foglie più giovani viene considerato molto più pregiato rispetto a quello ottenuto da foglie adulte.
Il tè nero viene considerato benefico per il cuore e le arterie grazie alla presenza di sostanze antiossidanti e viene considerato stimolante, diuretico ed eccitante a causa dell’elevata presenza di caffeina.
E’ possibile trovare in commercio sia il tè nero sfuso che in confezioni contenenti circa 20 filtri. Il prezzo per 100 grammi di tè nero sfuso va dai 3,50 € agli oltre 10,00 € a seconda della qualità mentre il prezzo di una confezione da 20 filtri si aggira intorno ai 5,00 o 6,00 €. Ovviamente è consigliabile acquistarlo sfuso in quanto si ha più possibilità di scelta el il prodotto è più naturale.
Il tè verde invece prevede una differente lavorazione in quanto le sue foglie non sono sottoposte ad alcun processo di ossidazione in quanto la fermentazione viene bloccata sul nascere e le foglie vengono sottoposte a fonte di calore immediatamente dopo la raccolta ed dopo essere state lavorate vengono essiccate, quindi mantengono la tipica colorazione verde.
Come nel caso del tè nero, da foglie più giovani si ottengono miscele di tè più pregiate. Al tè verde vengono attribuite proprietà antiossidanti, antitumorali e dimagranti.
Anche il tè verde è reperibile sia sfuso che confezionato in filtri. Il prezzo per 100 grammi di quello sfuso va dai 4,50 € agli oltre 10,00 € sempre in base alla qualità, mentre quello confezionato si aggira sui 4,00/ 5,00 €.
Il tè nero ed il tè verde dunque sono ottenuti dalla stessa pianta e quello che ne fa la principale differenza è il diverso processo di lavorazione delle foglie.
Un’altra differenza è costituita dai luoghi di coltivazione: il tè nero è coltivato prevalentemente in India, Africa ed Indonesia, mentre quello verde proviene da piantagioni cinesi e giapponesi.
La quantità di caffeina è maggiore in quello nero.
Bevendo regolarmente una buona tazza di tè, sia nero che verde, si ottengono numerosi benefici per la presenza degli antiossidanti che fanno bene al cuore e favoriscono la diuresi.
L’unico svantaggio che può derivarne è imputabile all’abuso, in quanto entrambi i tè contengono dosi elevate di caffeina e se assunti in eccesso possono provocare problemi di ipertensione e tachicardia, in particolar modo nei soggetti più sensibili.

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Tè nero e tè verde: quali sono le differenze?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento