Nel matrimonio chi deve comandare?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 22:18:01 30-11-2010

ricordate i flinstone? Dove lui prima di uscire chiedeva in modo abbastanza esplicito la clava a Wilma….molte famiglie, sembrera’ strano, sono ancora cosi. Assistiamo infatti sempre piu’ spesso a scene in cui le donne o al contrario cli uomini, vengono sottomesse dai loro sposi, al supermercato, nei parcheggi, al parco giochi con i bambini….scene talmente crude e irreali da ricordare il tempo della clava, appunto.
Questo perche’ sembrerebbe che per far funzionare il matrimonio nel tempo, bisogna che uno dei due, o marito o moglie, debbano avere un ruolo di predominanza sull’altro. Tante volte infatti si usa il detto : la donna fa l’uomo. Infatti, si dice che le donne prepotenti e predominanti all’interno della famiglia riescano piu’ delle altre a tenere in piedi un matrimonio. Alcune di esse ad esempio, detengono il controllo assoluto delle spese, degli estratti conto, dello stipendio dei loro mariti, che si ritrovano completamente privati della loro personalita’ e liberta’.
Viceversa, ci sono casi matrimoniali, in cui le donne ad esempio hanno il divieto di lavorare, devono rendicontare le spese fatte, non possono utilizzare internet ed addirittura le loro relazioni esterne (con le amiche amiche ad esempio) sono controllate maniacalmente dal loro compagno.
Medioevo, praticamente. Ma nella realta’ a prescindere dalle preferenze religiose, ancora esistono nuclei familiari cosi’ gestiti, dove
come unico criterio adottato troviamo la sottomissione.
Questo tipo di gestione familiare a lungo andare comporta una frustrazione totalizzante, sia per chi la pratica e per chi la subisce. Sono molti i casi della cronaca nera, che ci dimostrano quanto questo tipo di
impostazione sia sbagliata, in quanto poi genera comportamenti aggressivi, portando in taluni casi, a conseguenze drammatiche.
Una buona dinamica familiare prevede, invece, che fra i due sposi, ci debba essere subito e dall’inizio, una forte empatia, che si traduce in spirito democratico, di collaborazione, di unione spirituale e soprattutto di rispetto reciproco, che elude quindi qualsiasi comportamento di sottomissione. La sottomissione non e’ mai un buon modo per risolvere tutti i nostri rapporti di relazione, figuriamoci quelli matrimoniali e familiari.
Per evitare questi processi, il dialogo e l’ascolto attivo, si rivelano sempre gli strumenti capaci di risolvere problematiche di incompresione, liti, e scelte sensate e consensuali. D’altronde, quando si decide di sposarsi, e quindi si promette di passare la propria vita con un ‘altra persona, si presuppone che le fondamenta del rapporto siano costituite dall’amore reciproco. A volte in matrimonio si rivela una trappola, invece, in quanto non si riesce a rinunciare ad una parte di se stessi, a scendere a compromessi e a vivere felici insieme senza per forza dover passare a comportamenti scorretti e prepotenti. Il matrimonio e’ una gran cosa, del tutto naturale per gli esseri umani, e’ anche un grande impegno in quanto bisogna farlo funzionare possibilmente senza clave.

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Nel matrimonio chi deve comandare?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento