Morie di uccelli: quali sono le cause?

basato su 1 Opinione

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 17:24:23 10-01-2011

Ultimamente si è verificata una certa moria di uccelli, e questo è dovuto soprattutto per causa dell’uomo! Sì, proprio così, perchè con il passare degli anni l’uomo, tramite l’immissione di sostanze nocive, emesse dalle centrali nucleari, dalle marmitte dei veicoli, dallo smaltimento di rifiuti tossici nei fiumi e nei mari, ed anche dalle emissioni degli aerei. Queste sostanze nocive portano danni seri per la respirazione di tutti gli esseri viventi, tra cui anche gli uccelli, ma in particolar modo quelli marini come i gabbiani, che muoiono anche perchè purtroppo nel mare viene scaricato spesso il petrolio che non solo fa morire la fauna acquatica ma anche gli uccelli che ci si posano (come nel cartone animato “La gabbianella e il gatto”, in cui una povera gabbiana, quella dal cui uovo nascerà l’adorabile gabbianella che viene allevata dai gatti, muore proprio per causa di una macchia di petrolio che l’ha avvelenata). Poi un altro caso di moria degli uccelli l’ho verificato all’argine di certi fossi dove passano le anatre, nonchè al molo di Viareggio (che si trova dalle mie parti), in cui certi pescatori incivili abbandonano sulla riva o sull’argine avanzi di filo da pesca, soprattutto con l’amo attaccato, che possono costituire per gli uccelli una fonte di pericolo in quanto potrebbero impigliarsi nel filo, e ciò impedisce loro di muoversi, se si impiglia il collo possono rimanere strangolati, inoltre l’amo li può ferire, e se poi quest’ultimo viene ingerito può causarne la morte. Anche lo smaltimento di certi rifiuti può causare la morte degli uccelli, come ad esempio l’abbandono di buste di plastica, in quanto può provocare il soffocamento. Quindi a quanto avrete capito, la maggior parte delle cause di questa moria di uccelli è dovuta proprio alle cattive azioni compiute da molti umani incivili e che se ne infischiano altamente del rispetto e che pur di fare ciò che vogliono sono disposti a qualunque cosa, compreso fare danni ad altre specie viventi ed io penso che questo comportamento è sbagliatissimo perchè bisogna sempre riflettere e cercare di prevenire questi danni, e la miglior soluzione per prevenire questi danni è quella di usare il massimo della cautela quando si compiono azioni che possono essere pericolose, inoltre bisogna limitare il consumo di combustibili inquinanti come il petrolio ed usarne la quantità minima sufficiente per le proprie esigenze e senza esagerazione, altrimenti finirà che tutti gli uccelli presenti al mondo andranno man mano estinguendosi finchè poi non ce ne saranno più. Quindi consiglio a tutte le persone, soprattutto di queste attuali generazioni, di cercare di prevenire questa moria di uccelli e se possibile intervenire per fermarla.

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Morie di uccelli: quali sono le cause?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti (1)

  • 12 gennaio 2011
    alle 02:44

     

    dariolynx

    Giudizio Generale: 0.0

     

     

    Cosa c’entra la moria di uccelli con l’inquinamento?
    Ciò che si è visto in questi giorni non dipende dal monossido di carbonio o da radiazioni nucleari e nemmeno da fuoriuscite di petrolio!!!
    Secondo il Tg5 sono stati i botti di capodanno… ma siamo seri per piacere.
    Ognuno ha le sue teorie, tutte infondate.
    Qui si tratta di virus o batteri, non ci sono altre motivazioni che ci possano far credere che una determinata specie di volatili il giorno x è stata colpita da una moria di massa..
    e poi ci sono i pesci che screditano le teorie sull’inquinamento da polveri dannose.
    Un gruppo di ricercatori ha confermato la teoria del contagio, analizzando alcune tortore morte a Faenza (Italia), tutti gli altri non hanno fatto in tempo a fare lo stesso.

     

      Riporta abuso