L’aspirina può aiutare la depressione?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 8:24:38 17-12-2010

L’aspirina o acido acetilsalicilico e’ un antiffiammatorio che cura anche stati di malattie croniche, caratterizzate da infiammazione . Esso e’ un farmaco di uso comune che come tutti puo’ provocare effetti collaterali sia al corpo che alla psiche. Come si e’ gia’ detto e’ un farmaco antinfiammatorio che trova impiego solo o associato ad altri principi o prodotti. L’aspirina e’ un’analgesico per dolori lievi,, e’ un antipiretico per ridurre la febbre, ha inoltre un effetto antiaggregante e fluidificante sul sangue. Da questo punto di vista e’ ritenuto da tanti con problemi di coagulazione del sangue come un salvavita. Ippocrate considerato il padre della medicina descrisse nel v secolo a.C. una polvere amara estratta dalla corteccia del salice che era utile ad alleviare dolori e abbassare la febbre. Persone con stati di malattie croniche avanzate sono spesso attaccate da altre malattie che riguardano la pische non per niente a malati con infiammazioni croniche si associa spesso anche la parola depressione.Essendo l”aspirina un inibitore si e’ arrivati alla conclusione che l’uso regolare di aspirina per almeno sei mesi in pazienti affetti di problematiche psichiche ridurrebbe questo sintomo ormai comune e diffuso in ogni fascia d’eta’ che viene chiamata :depressione. Studiosi meritevoli hanno visto come l’aspirina sia un efficace inibitore della prostaglandine ossia un acido che riveste un ruolo importante come mediatore dei processi derivanti dalle infiammazioni. Dobbiamo dire che il rapporto costo-benefici dell’aspirina e’ molto diffuso. Oltre a questo uno studio basato sulla psicoterapia ha dimostrato come questo medicinale abbia valore e proprieta’ terapeutiche. Lo sviluppo della depressione avviene spesso anche in persone che hanno un basso sistema immunitario. Con il miglioramento del flusso ematico e riduzione dei danni ossidativi in genere causati dai radicali liberi che lasciati senza controllo causano gravi problemi a tutto l’organismo, i pazienti hanno trovato vantaggiosa l’assunzione dell’aspirina.In termini piu’ semplici potremmo dire che essendo le donne le prime a soffrire di problemi di radicali liberi e menopausa trovano nell’aspirina un ottimo protettivo.Per mia esperienza ho notato che chi usa l’aspirina per problemi correlati alla fluidificazione del sangue ha non solo un potere analgesico molto elevato ma stimolando direttamente il sistema nervoso centrale agisce come la morfina portando tanti alla dipendenza in quanto l’assunzione porterebbe a lungo andare a stati d’ebbrezza, sogni insoliti, cambiamento dell’umore. Quindi oltre che ad una terapia lunga il paziente con problemi depressivi va incontro a tante altre patologie piu’ o meno gravi.Essendo l’aspirina un blando sedativo per chi soffre di disturbi psichici possiamo dire che ad ogni malattia va correlata la giusta terapia. Una persona depressa andra’ curata con farmaci specifici e affiancata da persone professionalmente preparate. L’aspirina per tanto puo’ essere usata in alcuni stadi di depressione in quanto ha anche effetti collaterali molto gravi quali:ulcere ed emorragie .

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su L’aspirina può aiutare la depressione?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento