La melatonina aiuta i bambini a dormire?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 22:14:18 03-12-2010

Il fenomeno dell’insonnia, diventato sempre più comune nell’epoca moderna, non risparmia gran parte della popolazione mondiale adulta.
Ne sono coinvolti anche i bambini, nei quali il ripetersi del fastidio risulta spesso legato a periodi di stress psicologico e fisico, ai cambiamenti ecc.

L’insonnia può manifestarsi in due modi: o con la fatica ad addormentarsi oppure con la perdita del sonno durante la notte. In entrambi i casi la carenza di riposo protratta nel tempo comporta nel bambino l’insorgere di problemi di carattere cognitivo e disturbi dell’attenzione.

Spesso gli adulti ricorrono alla melatonina, una sostanza regolatrice del ritmo sonno/veglia.

Si tratta precisamente di un ormone naturalmente prodotto dalla ghiandola pineale del cervello e che viene sintetizzato durante la notte.

Tale ormone, che risulta carente nelle persone che hanno problemi di sonno, può essere assunto in quantità minime e per periodi di tempo non molto lunghi e dovrebbe aiutare l’organismo a riorganizzare il proprio orario biologico spesso alterato rispetto allo scorrere del tempo fisico.

Ci si è chiesti se questo ritrovato possa essere somministrato anche ai bambini che soffrono di disturbi del sonno.
La medicina è tuttora incerta al riguardo, ma l’opinione comune è che vadano valutati i singoli casi di volta in volta e che, se specificato, la melatonina vada assunta solo per brevi periodi dietro assoluto controllo pediatrico.

Questo perché, a fronte di numerose caratteristiche positive riscontrate quali la forte capacità antiossidante che pare la renda un alleato nella battaglia al cancro, recenti studi hanno dimostrato che la melatonina farmacologica possa indurre alterazioni sensibili dell’umore causando anche depressione.
Prima di utilizzare questo rimedio starei in effetti molto attenta, perché qualsiasi farmaco, anche se preso in dosi minime, ha una diversa reazione sull’organismo di un bambino rispetto a quello di un adulto.

Nel caso specifico si tratta inoltre di una sostanza che in Italia viene categorizzata come appartenente ai cosiddetti “integratori alimentari” per i quali non esiste una prescrizione specifica in quanto non ancora “farmaci” qualora siano somministrati fino a 5 milligrammi al giorno per un adulto.

Ciò rende possibile l’’acquisto anche in un comune supermercato.
Questo mi fa pensare che stia attraversando ancora una fase di studio e si sia ancora in attesa di capire se, nonostante le ottime potenzialità, possa essere ritenuta più utile che dannosa.

In Francia, invece, la melatonina è considerata farmaco a tutti gli effetti e si può somministrare dietro preciso controllo medico.

Altri farmaci approvati dalla sanità sono senz’altro da preferire fino a quando non sarà fatta chiarezza. Ma intanto proporrei, per il bene dei bambini, di evitare di dare ai nostri figli dei dolciumi extra a partire dal primo pomeriggio. Gli zuccheri, infatti, semplici e complessi (anche il latte la sera, visto che contiene lattosio… ) non fanno altro che aumentare l’attività del cervello a scapito di una sana e regolare dormita.

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su La melatonina aiuta i bambini a dormire?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento