I gatti possono essere affetti da artrite ?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 12:13:19 24-12-2010

La vita media di un gatto si aggira attorno ai quindici anni: esso entra nella terza età intorno all’ottavo o nono anno di vita. Anche se lo spirito rimane lo stesso di sempre, così come la sua voglia di giocare, iniziano a comparire i primi inevitabili acciacchi. Le articolazioni del gatto assumono una certa rigidità, e diventano meno elastiche, perdono scioltezza. Insomma, come capita alle persone anziane, anche i gatti anziani possono soffrire di artrite. L’uomo può dare una mano al suo amico, evitando di farlo piegare in maniera eccessiva quando si tratta di mangiare, e posizionando la sua ciotola su un sostegno, oppure avvicinando dei cuscini alla poltrona, così che esso faccia meno fatica quando deve salirci sopra. L’artrite, in realtà, è un problema alquanto diffuso tra i mici. Ben tre gatti su dieci, infatti, soffrono di dolori di tipo reumatico, che non consentono loro di passare una vita normale, saltando, accelerando il passo. In alcuni casi, il problema si acuisce al punto da causa l’immobilità dell’animale. Come è possibile riconoscere, dunque, un gatto malato di artrite? Non è per nulla difficile: l’animale, infatti, è irritabile, ombroso, si lamenta quando procede. Non si lascia prendere in braccio né accarezzare, perché si tratta di gesti che incrementano il suo dolore, e per questo motivo prova a graffiare, mordere o scappare. Il gatto, insomma, chiede implicitamente di essere lasciato in pace. Ha così paura di essere toccato che si nasconde negli angoli più remoti della casa, alla ricerca di una postura che non gli provochi dolore. Come agire, quindi, quando il gatto manifesta i sintomi dell’artrite? Chiaramente il primo passo da compiere è quello di farlo visitare da un veterinario, per scongiurare la presenza di una qualche complicazione. La somministrazione di farmaci, tuttavia, dovrebbe essere limitata solo a casi veramente gravi. In realtà un modo molto semplice per ottenere dei risultati è quello di sottoporre il micio a una lampada infrarossi. I gatti, lo ripetiamo, non vogliono più essere toccati quando soffrono di artrite; inoltre, non vogliono più uscire di casa, perché il freddo e l’umido non fanno altro che peggiorare la loro situazione. Ecco quale è il beneficio che viene prodotto da una lampada infrarossi. I raggi infrarossi, infatti, sono in grado di riscaldare profondamente i tessuti del corpo. Non è un caso che essi siano utilizzati di frequente nel corso di terapie per l’artrosi per le persone anziane. I risultati che possiamo ottenere con i gatti sono stupefacenti. Per altro, trovare una lampada infrarossi non è per nulla complicato, poiché è possibile acquistarne una in tutti i negozi di animali (vengono, infatti, installate nei terrari dei rettili per assicurare la loro temperatura ottimale), ma anche in un consorzio agricolo (vengono usate dagli allevatori per riscaldare i pulcini). A questo punto basta posizionare la lampada su un qualsiasi sostegno, e metterla sopra al cuscino in cui solitamente si appoggia o va a riposarsi il gatto, a una distanza di una ottantina di centimetri. Chiaramente il gatto non guarisce, ma si tratta di un espediente che consente di alleviare in maniera consistente il dolore che prova.

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su I gatti possono essere affetti da artrite ?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento