Come funziona una Mongolfiera?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 9:14:16 25-03-2013

COME E’ FATTA UNA MONGOLFIERA
La mongolfiera è un aeromobile formato da un involucro impermeabile costituito da tessuti sintetici (come il nylon ) che sono dotati di leggerezza ed elevata resistenza meccanica.
Nel pallone è presente un foro situato nella parte bassa che si chiama “gola”.
Il pilota e i passeggeri trovano posto in un cesto (detto “gondola”) vincolato all’aerostato, nel quale si trovano anche i serbatoi di gas propano e dei cavi d’acciaio collegano il cesto all’involucro del pallone.
COME FUNZIONA
La mongolfiera è caratterizzata dall‘assenza di timoni, per questo motivo il pilota può soltanto salire o scendere.
Per salire viene azionato il bruciatore che riscalda l’aria all’interno dell’involucro, il gas così riscaldato è più leggero dell’aria circostante. Quindi il mezzo sfrutta il principio di Archimede secondo cui:

“un corpo immerso in un fluido riceve una spinta dal basso verso l’alto pari al peso del volume del fluido spostato“.

Nel caso specifico una mongolfiera piena di aria calda è più leggera di quanto pesa il volume di aria spostato e per tale ragione viene spinta verso l’alto. Per scendere viene azionato il paracadute, ossia la “cupola” del pallone, che permette il raffreddamento dell’aria all’interno. Per poter cambiare direzione è tutto affidato all’esperienza e all’abilità del pilota che deve ricercare la corrente giusta per poter andare nella direzione stabilita. Quasi mai l’aerostato atterra nel punto di decollo. Per questo motivo un equipaggio segue da terra il percorso del pallone per poi raggiungere, una volta a terra, il pilota, i passeggeri ed il pallone.

Questa è la differenza sostanziale con i dirigibili che, sebbene siano tenuti in volo dai medesimi principi, sono motorizzati e provvisti di eliche in grado di stabilire la direzione del mezzo.
Le mongolfiere possono raggiungere quote altissime e in alcuni casi i palloni utilizzati per uso scientifico hanno superato i 20.000 mt. di quota: un’altitudine di molto superiore a quella raggiunta dagli aeroplani!
La spinta ascensionale fornita da un aerostato dipende essenzialmente dal dislivello tra la temperatura esterna e quella dell’aria all’interno del pallone. Ciò vuol dire che in una giornata molto calda la mongolfiera possiederà una spinta ascensionale minore rispetto ad una giornata più fresca: per questo motivo i decolli delle mongolfiere vengono effettuati in genere durante le ore più fredde ossia prima dell’alba.
In tal modo vengono anche evitati i movimenti termici, frequenti durante il giorno, che rendono la mongolfiera particolarmente difficile da governare.

Un aerostato moderno possiede un’autonomia di volo di circa 500 ore, prima che il pallone venga sostituito. Questo avviene perchè le alte temperature all’interno del pallone, che di norma non dovrebbero superare i 200°, invecchiano la tela e questa deve essere rimpiazzata con una nuova.

 

Come funziona una Mongolfiera?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: La Mongolfiera è un aeromobile formato da un involucro impermeabile particolarmente leggero ma di elevata resistenza meccanica. , La Mongolfiera non presenta timoni, può soltanto salire o scendere

Giudizio negativo Svantaggi: Il dirigibile si distingue dalla mongolfiera, pur adottandone gli stessi principi di funzionamento, essendo motorizzato e provvisto di eliche in grado di stabilire la direzione del mezzo.

Giudizio Generale: 0.0

 

Categoria: Ambiente

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Come funziona una Mongolfiera?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento