Come fare una rete da pesca?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 11:13:53 02-01-2011

Farsi una rete da pesca in casa non è semplicissimo tuttavia non si può dire che sia impossibile. Ovviamente ci sono numerosi tipi di reti e tanti modi per costruirle. Tutto dipende dai materiali che abbiamo a disposizione, dalla lavorazione che possiamo fare e dal tipo di pesci che vogliamo prendere.
Innanzitutto è bene ricordare a tutti i pescatori sportivi che per prendere i polpi non è necessaria la rete. Alcuni studi e l’esperienza degli appassionati ha dimostrato che i polpi sono ghiotti di zampe di gallina, perciò sarà sufficiente posizionarsi sugli scogli con qualche zampa di gallina fissata a bastoni resistenti e un retino per tornare a casa con chili e chili di questo cefalopode.
Nel caso in cui si voglia fare la pesca da posta, vale a dire calare le reti al tramonto e andare a recuperarle all’alba oppure calare le reti durante il giorno e tirarle su dopo qualche ora, è importante ricordare che è necessaria una licenza. Se ne siete in possesso allora è bene personalizzare la costruzione della vostra rete in base al pesce che preferite cacciare.
Chi desidera fare la pesca avventurosa delle razze e spingersi molto a largo avrà bisogno di una rete a maglia larga, mentre chi si accontenta di pescare sogliole, panocchie o testoni dovrà munirsi di una rete a maglia stretta. Come si costruiscono questi strumenti? Se avete soltanto del filo dovete annodarlo in modo da formare tanti rombi uno di seguito all’altro ma l’operazione potrebbe risultare molto ardua. Più facile è acquistare delle reti di nylon o di filo al chilo presso un grossista. Il consiglio è anche quello di andare da un pescatore per chiederne un pezzo prima di affrontare qualsiasi spesa. I pescatori di professione infatti hanno molti ritagli che ai pescatori sportivi sono sufficienti. Una volta recuperata la rete stendetela. Nel senso della lunghezza andrà “legato” il filo. Da un lato dovrete usare una lima da piombo, un tipo di corda molto sottile e pesante che serve a portare la rete a fondo. Sull’altro lato va legata la lima da sughero, più leggera che resta a galla.
All’incirca ogni 50-70 centimetri si consiglia di inserire nella lima da sughero anche un galleggiante. Infine è necessario terminare la costruzione della propria rete legandovi una fune più grande che reggerà la vostra ancora a sua volta legata saldamente ad un galleggiante. Entrambi possono essere acquistati già fatti in un negozio di articoli per la pesca. Gli amanti del fai da te possono costruire il galleggiante con un parallelepipedo di polistirolo, forando quest’ultimo con una canna da bambù e fissandovi poi l’ancora. La fune che regge l’ancora deve essere spessa, lunga e resistente.

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Come fare una rete da pesca?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento