Come evitare truffe nei viaggi organizzati all inclusive?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 15:53:03 16-12-2013

Tempo di Natale, tempo di feste e per qualcuno, purtroppo non per molti, anche tempo di vacanze. Sempre più consolidato, da tempo, è l’uso di cercare, per risparmiare ma anche per viaggiare comodi, i famosi pacchetti all inclusive. Formule che a fronte di una cifra prestabilita offrono il tutto compreso su destinazione, vitto e alloggio, includendo più o meno servizi diversi.

La tendenza a cercare la soluzione più economica e semplice può però far tralasciare alcune fondamentali precauzioni da prendere per non rischiare le truffe, ahimè sempre più frequenti. Ecco a che cosa dobbiamo fare caso per stare sicuri. Anzitutto, occhio al contratto. Deve esservi spedito con firma e timbro. Se non sono segnalati nero su bianco potenziali aumenti di tasse aeroportuali e costi dei trasporti in genere, specificando fino a quanto possono salire (e badate che non possono mai essere maggiori del 10% in più) attenzione, lasciate stare.

Sempre nel contratto, cercate traccia dell’assicurazione per la responsabilità civile. E’ necessario che la vostra agenzia ne sia fornita. Ricordate che se avete qualche inconveniente entro quattro giorni dalla partenza avete diritto a essere sostituiti piuttosto che pagare la penale. Quando vi chiedono la caparra per il pacchetto, abitudine di per sé diffusa e onesta, sappiate che non può superare il 25% del costo totale della vostra vacanza.

Visualizzate con cura qualsiasi comunicazione arrivi dalla vostra agenzia nei giorni precedenti la vostra partenza, anche quelle che arrivano associate a pubblicità o che vi vengono comunicate in maniera discreta.

Quando siete ormai in vacanza tenete d’occhio l’albergo, i ristoranti e tutte le strutture e i servizi che vi sono stati promessi. Se vi propongono un cambio per esigenze organizzative, fate caso che sia in una struttura di uguale categoria. Cambiamenti importanti nel pacchetto, infatti, consentono al turista di annullare la vacanza, se comunicati prima. Se comunicati dopo, sono a carico dell’agenzia. Non fatevi ingannare dalle eventuali ‘piccole spese in più’ magari perché ‘il ristorante scelto stasera è pieno, ma possiamo andare a uno che ha soltanto una stella in più’. Quando ci sono costi in più rispetto a quelli previsti sta al vostro tour operator coprire le spese maggiorate, se invece vi offrono servizi in meno o più scadenti, conservate ricevute e documenti, al vostro rientro a casa, avrete diritto al risarcimento del viaggio e di eventuali danni semplicemente inviando una lettera all’agenzia.

Badate però di farlo entro i dieci giorni dal vostro ritorno, cosa che vi dà ogni diritto a ottenere il rimborso. Qualora non vi arrivasse risposta rivolgetevi a un giudice di pace. Dunque, per mantenere una regola generale, occhio che le condizioni siano tutte messe nero su bianco, e che quello che sta nero su bianco venga pedissequamente rispettato. E buon viaggio!

Come evitare truffe nei viaggi organizzati all inclusive?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Come evitare truffe nei viaggi organizzati all inclusive?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento