Dove si trova esposta la Pietà Rondanini?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 15:13:22 04-04-2011

Innanzi tutto, la “Pietà Rondanini” è l’ultima opera del grande Michelangelo Buonarroti. Si tratta di una di una scultura alta 1,95 metri, la cui lavorazione si è svolta inizialmente nel 1553, ma che ha vissuto una seconda rivisitazione successivamente, fino al giorno della morte dell’artista medesimo. In buona sostanza, si può dunque definire un’opera in compiuta. Inoltre, essa differisce chiaramente dalla più famosa “Pietà” di Michelangelo, scolpita nel 1500 e custodita a Roma. La “Pietà Rondaini” è un’altra cosa. Innanzi tutto, non si trova esposta a Roma, ma a Milano, all’interno del Castello Sforzesco. Poi, è tornata ultimamente di nuovo visibile, dopo aver subito una vistosa opera di restauro, portata avanti dall’Istituto Centrale per il Restauro, al fine di togliere le incrostazioni che si erano accumulate sulla statua e di far riemergere lo stato originario del suo marmo. È stato anche individuato un frammento, che in realtà non appartiene alla medesima opera di Michelangelo. Così, ora si può di nuovo ammirare, sempre all’interno del Castello Sforzesco. È un’opera incompiuta sì, ma pur sempre molto affascinante e per certi versi sperimentale. In primis, perché è molto diversa dall’altra “Pietà”. Secondariamente, per la sua visione molto alternativa e singolare, che vede il corpo del Cristo quasi immerso nella prospettiva di quello della Madonna, in una situazione che sembra esserci quasi una fusione totale, oltre che emotiva. Le espressioni tristi dei volti sembra seguire una linea curva a spicchio di luna e mi danno l’impressione di un artista che aveva impostato l’opera con un nuovo modo di vedere le cose, cercando di dare un animo diverso a quanto stesso rappresentato. Inoltre, è molto diversa dalla prima lavorazione, terminata nel 1553, la quale vedere la vergine Maria sostenere il Cristo per le ascelle. Di questa “veste” alternativa ne esistono una copia e numerosi schizzi. L’ultima versione della “Pietà Rondanini”, invece, ha avuto un tragitto vistoso nel corso dei secoli. Nella metà del seicento si trovata “dimenticata” in una bottega romana, prima da venire notata da alcuni intenditori d’arte del tempo e poi nuovamente spostata. Poco prima della metà del settecento venne acquistata, per l’appunto, dalla nobile famiglia dei “Rondanini”, la quale la custodì nel loro palazzo romano fino ai primi del novecento. A quell’epoca, infatti, lo stesso palazzo fu venduto ai Vimercati-Sanseverino, i quali la custodirono, ma senza darle un particolare risalto, fino al 1952. In quell’anno venne acquistata dal comune di Milano ed alloggiata nel Castello Sforzesco.
Personalmente, la trovo un’opera sublime, di quelle che potrei stare a guardare ore ed ore, cogliendone sempre nuove e diverse sfumature. Da un lato, il mio primo pensiero va alla particolare situazione dell’artista durante al composizione dell’opera, con tutte le implicazioni del caso e una visione del tutto particolare. Dall’altro, non posso che stimare l’estro creativo dello stesso, che alla veneranda età di quasi novant’anni, se ne stava ancora imperterrito a lavorare la statua, con la lucidità di un giovane artista intraprendente.

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: si trova all'interno del Castello Sforzesco a Milano , bellissima opera

Giudizio negativo Svantaggi: nessun svantaggio

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: arte Michelangelo Pietà Rondanini

Categoria: Arte e cultura

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Dove si trova esposta la Pietà Rondanini?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento