Come diventare piloti di elicotteri?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 10:41:48 26-12-2010

Per diventare pilota di elicottero è necessario conseguire una licenza aeronautica. Esistono diversi tipi di licenza: pilota di linea, pilota commerciale e pilota privato. A seconda del tipo di licenza, si può diventare pilota solo a scopo sportivo e ricreativo (licenza di pilota privato di elicottero) o a livello professionale (licenza di pilota di linea di elicottero o licenza di pilota commerciale di elicottero). La licenza indica tutte le abilitazioni ottenute e di conseguenza quali tipi di velivoli si è autorizzati a pilotare. Essa viene rilasciata dopo aver preso parte e un corso di addestramento teorico e pratico che si svolge presso centri di addestramento al volo, chiamati flight training organization, e organizzazioni di addestramento, chiamate type rating training organization, che sono approvati dalle autorità aeronautiche nazionali. Ovviamente gli addestramenti si svolgono in funzione del ruolo che il pilota ricopre e del posto in cabina di pilotaggio che gli viene assegnato. Distinguiamo, infatti, tra elicotteri che possono essere pilotati da una sola persona (ad equipaggio singolo) e elicotteri che necessitano di un pilota e di un copilota (ad equipaggio plurimo). Ecco, dunque, che il pilota può essere comandante o copilota. Inoltre, egli può svolgere il ruolo di istruttore verso allievi nei corsi di addestramento, o anche di controllore ed esaminatore dei proprio colleghi. Ma come è possibile diventare pilota di elicottero? Il primo requisito, indispensabile e imprescindibile, è l’idoneità, sia psicologica che fisica, che deve essere certificata dall’istituto Medico Legale dell’Aernautica Militare, o, in alternativa da uno degli ambulatori che fanno capo alla Sanità Marittima del Ministero della Salute. Una volta ottenuta l’idoneità psicofisica, poi, è necessario seguire un corso, che si divide in una sezione teorica e una sezione pratica, da svolgersi o su un elicottero o su un simulatore di volo, che deve svolgersi presso una scuola di volo dotata di certificazione da parte dell’Enac. Al termine del corso di addestramento, si potrà svolgere un esame, sia teorico che pratico, presso l’Enac. Il corso per diventare piloti professionisti può essere iniziato solamente dopo aver ottenuto un diploma di scuola media superiore. In caso contrario è necessario superare preventivamente un test di inglese, matematica e fisica, che ha lo scopo di valutare le competenze di base del candidato. Per quanto riguarda l’attività di volo a scopo turistico, d’altra parte, è necessario conseguire una licenza di pilota che si può ottenere iscrivendosi a una organizzazione registrata. Una volta completato il corso d’addestramento, composto da una parte pratica di almeno 45 ore di volo, si dovrà superare l’esame, e quindi sarà possibile pilotare l’elicottero a fini sportivi. Durante il periodo dell’addestramento, il candidato viene definito allievo pilota, per poterlo distinguere dal pilota allievo, che già detiene la licenza aeronautica e che sta svolgendo il corso di addestramento per ottenere una licenza ulteriore.
Tutte le licenze che l’Enac rilascia sono licenze Jar, cioè licenze che corrispondono ai requisiti stabiliti dai Paesi che aderiscono all’Easa.

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Come diventare piloti di elicotteri?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento