Come diventare donatore di ovuli?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 12:44:52 09-01-2011

La donazione di ovuli possiede molti aspetti positivi per tutti, soprattutto per la donatrice poichè tramite il suo generoso gesto può avverare il sogno e il desiderio di molte altre donne di divenire madri. E’ importante ricordare che la donazione è strettamente anonima così come l’identità della donna ricevente e dell’eventuale figlio nato attraverso l’ausilio di questa tecnica.
La donazione è un gesto nobile, benefico e soprattutto disinteressato e quindi non dovrebbe essere ricompensato economicamente. Essendo comunque un operazione che richiede tempo e spostamenti per i controlli giornalieri la donatrice viene risarcita per questi 2 motivi. Il compenso si consegna alla donna durante il giorno del prelievo degli ovuli.
Prima di tutto è necessario specificare cosa sono gli ovuli. L’ovulo rappresenta la cellula germinale femminile, la quale, se fecondata dallo spermatozoo (cellula germinale maschile) dà origine all’embrione.
Non tutte le donne possono diventare donatrici; è necessario soddisfare pienamente determinati criteri:
- tutte le donne devono avere un’età compresa fra i 18 e i 35 anni;
- devono ovviamente essere in uno stato mentale, psicologico, fisico adeguato per sottoporsi all’intervento di donazione;
- non devono essere portatrici di malattie ereditarie familiari ( questo verrà comunque verificato durante la visita medica tramite una profonda anamnesi familiare e analisi ematica)
- non devono aver effettuato piercing o tatuaggi nei mesi precedenti la donazione (almeno 6 mesi prima).
Se la donna possibile donatrice rientra nel target richiesto, si deve sottoporre ad un’accurata e minuziosa visita medica durante la quale viene effettuata una visita ginecologica completa ( ecografia vaginale, esami citologici,colture tissutali) ed analisi del sangue.
Per poter effettuare la donazione, la donatrice deve sottoporsi a un trattamento ormonale giornaliero con punture sottocutanee tramite le quali si effettua una stimolazione ovarica affinchè si producano più ovuli in uno stesso ciclo. L’operazione è costantemente seguita tramite controlli giornalieri o a giorni alterni( a seconda di quale sia la disponibilità della donatrice) in regime ambulatoriale tramite ecografie e prelievi di sangue.
Se il procedimento ha buon fine, il recupero di queste cellule germinali avviene in anestesia tramite un processo di aspirazione per via vaginale in circa 30 minuti.
un problema cruciale per molte donne che vorrebbero diventare donatrici è se la donazione può influire sulla loro futura fertilità. La risposta è no perchè in ogni caso durante ogni ciclo ovarico vengono persi centinaia di ovuli in maniera naturale che quindi non potrebbero comunque essere utilizzati.

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Come diventare donatore di ovuli?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento