Cosa è successo a Sonia Bonacina?

basato su 1 Opinione

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 10:37:20 09-02-2011

Sonia Bonacina era una giovane attrice lombarda, morta qualche giorno fa nel corso di un incidente stradale. Sonia è deceduta a soli ventotto anni: otto giorni fa era in compagnia del suo compagno, il regista e attore teatrale Roberto Trifirò, quando stava occupandosi di affiggere alcune locandine a Milano, in zona McMahon, per pubblicizzare Le furberie di Scarpino, spettacolo di Moliere nel quale avrebbe recitato al Teatro Out Off. Sonia, che per otto anni ha fatto parte della compagnia Gruppoteatro di Desio, sotto la guida esperta del maestro Giorgio Como, prima di spiccare il volo verso il teatro milanese, stava passando sotto il cavalcavia di Monte Ceneri, insieme con Roberto. Erano circa le 21, e i due si sono fermati all’incrocio con via Monte Generoso a un semaforo, aspettando il verde per poter attraversare. Tuttavia, all’improvviso, un’automobile, un Ford Ka gudata da un giovane in stato di ebbrezza, si è incrociata con un’altra vettura, una Subaru che le ha tagliato la strada andandole addosso. La Ka è finita contro il semaforo sotto il quale si trovavano Roberto e Sonia. Il semaforo è caduto addosso all’attrice, davanti all’uomo: la ragazza è morta praticamente sul colpo. Gli agenti della polizia locale di Milano hanno avviato un’inchiesta per omicidio colposo e guida in stato di ebbrezza, e sono impegnati a ricostruire la dinamica dell’evento per capire quale delle due macchina non si sia fermata al semaforo rosso. Dopo l’esperienza desiana, la Bonacina sette anni fa aveva preso parte al Borghese gentiluomo di Moliere, per la produzione dell’Accademia d’Arte e Mestieri della Scala di Milano, diretta da Marise Flach. Si era anche dedicata al teatro di impegno civile insieme con Maria Pomodoro, e nel 2005, insieme con Roberto Trifirò e Franco Sangermano, si era esibita ne Il cerchio incantato. Finalista al concorso La parola e il gesto di Imola, nel 2007 a Roma aveva preso parte a L’innesto di Pirandello, per la regia di Monica Conti, entrando nella Comapgnia Il carro di Tespi di Milano. Da poco Sonia aveva fondato la compagnia Figli di nessuno, insieme con il fidanzato, Donato Mazzarelle e Marco Graffeo. La compagnia avrebbe esordito nella commedia di Moliere. Sonia Federica Bonacina si era diplomata al liceo linguistico Candia di Seregno, in provincia di Monza e Brianza, città in cui era nata l’11 luglio 1982, il giorno della vittoria dell’Italia ai Mondiali di calcio in Spagna. Con Marco Graffeo si era conosciuta tre anni fa al Centro teatro attivo di Milano. Graffeo l’ha ricordata come una ragazza sempre con il sorriso sulle labbra, educata e cordiale, che lasciava trasparire positività. Ora la compagnia è impegnata per lavorare nel nome di Sonia e degli ideali nei quali lei credeva e per i quali combatteva. Tutti la ricordano come una giovane piena di vita, la cui carriera pareva in fulminante ascesa. Pochi giorni fa, invece, la morte improvvisa.

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Cosa è successo a Sonia Bonacina?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti (1)

  • 17 marzo 2011
    alle 15:27

     

    Rocchio

    Giudizio Generale: 0.0

     

     

    1. “10 giorni fa”, non 8,
    2. Non stava affiggendo nessuna locandina, è un’invenzione giornalistica
    3. Teresa Pomodoro, non Maria – che non faceva teatro d’impegno civile -
    4. Monica Conti e la compagnia Il Carro di Tespi neanche sanno dell’esistenza l’uno dell’altra
    5. Sonia non aveva fondato la compagnia Figli di Nessuno col fidanzato, ma con Marco Graffeo, Donato MazzarellA e Alberto Bassi.
    6. La compagnia non avrebbe esordito con la commedia di Moliere, ma era già attiva da 2 anni.
    7. Si era conosciuta 8 anni fa con Marco Graffeo, non 3.

     

      Riporta abuso