Cosa sta succedendo a Pompei ?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 18:02:59 08-12-2010

Un autunno molto piovoso sta caratterizzando questo 2010, da nord a sud piogge torrenziali causano danni ingenti a strutture e persone, nella maggior dei casi l’uomo non è immune da responsabilità.

Non è stata risparmiata dalle piogge abbondati nemmeno il sito archeologico di Pompei che rappresenta uno de luoghi più visitati al mondo.

Le rovine di Pompei sono state conservate in buono stato dopo il loro rinvenimento sotto le ceneri della grande eruzione del Vesuvio del 79 D.c.

Una città riportata alla luce dopo molti secoli di sepoltura è stata messa a disposizione del mondo per farla ammirare in tutto il suo splendore.

In questi giorni purtroppo l’attenzione dei mass media di tutto il mondo è tornata a concentrarsi su questo sito archeologico, il motivo per cui si trova sotto i riflettori è dovuto ai crolli che si sono verificati all’interno degli scavi dopo le abbondanti e continue piogge dell’ultimo mese.

I danno non sono stati eccessivi, oltre al crollo di un muro perimetrale di valore archeologico non troppo rilevante, si è frantumata la casa dei gladiatori perdendo per sempre le preziose pitturazioni che affrescavano la casa.

Il crollo di un singolo edificio non significa assolutamente crollo degli scavi di Pompei, un episodio isolato che deve servire come campanello d’allarme.

Il crollo è dovuto principalmente alle incessanti piogge ma grandi colpe hanno anche le istituzioni a livello nazionale che periodicamente tagliano i fondi per l’arte, per la conservazione e salvaguardia dei monumenti pubblici che tutto il mondo ci invidia.

Questo patrimonio dell’Umanità deve essere salvaguardato dallo Stato che al contrario riduce il personale specializzato nella manutenzione di reperti archeologici di oltre duemila anni.

Sono anni che gli addetti ai lavori lamentano la scarsa considerazione dei monumenti storici italiani ma purtroppo se ne parla solo quando accade qualcosa di grave.

Ci si augura che questi due crolli siano anche gli ultimi e si cominci un opera di tutela e conservazione dei beni culturali italiani, il problema non riguarda solo Pompei ma molti altri siti meno noti nelle liste dei viaggiatori del tempo ma altrettanto interessanti si trovano nelle stesse condizioni .

L’Italia è un paese che dal turismo ottiene grandi entrate, ritengo sia giusto valorizzare i luoghi archeologici sparsi su tutto il territorio nazionale incrementando anche l’occupazione e dare slancio all’economia.

Quello che si è verificato finora è solo un allarme da raccogliere in fretta da parte di tutte le istituzioni.

Pompei è una città che è riuscita a sopravvivere ad una delle eruzioni più devastanti che si sono verificate in Italia, è rimasta ben conservata per migliaia d’anni sotto tonnellate di materiale chiroplastico ed ecco che piogge prolungate nel tempo portano via 2000 anni di storia.

La forza dell’acqua è devastante ma quella degli uomini con la loro superficialità è ancor peggio.

Siamo ancora in tempo per salvare la nostra storia e quella dell’intera Umanità.

Troviamo presto una soluzione!!!

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Cosa sta succedendo a Pompei ?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento