Cosa si intende per inquinamento elettromagnetico?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 11:12:19 15-02-2011

L’inquinamento elettromagnetico è causato dalle radiazioni telefoniche dei telefonini,dalle reti wireless dalle radiazioni provenienti dalle radio e dagli impianti televisivi come le antenne e i ripetitori ma anche dagli stessi telefonini,dalla rete elettrica e soprattutto dai suoi impianti e da altri nuovi sistemi di comunicazione e di energia che si stanno sviluppando in maniera capillare in quanto la richiesta è sempre maggiore.Tutte queste radiazioni generano dei campi elettromagnetici,magnetici ed elettrici nocivi per la salute umana.I nuovi impianti contribuiscono in maggior modo alla loro espansione e da questi campi si generano a loro volta delle onde elettromagnetiche.In questa fascia oltre ai telefonini,agli impianti di centralizzazione della rete elettrica e agli impianti di comunicazione televisiva e radiofonica rientrano anche se in piccola parte i nostri elettrodomestici.Per prevenire il peggio e quindi di poter salvaguardare la nostra sopravvivenza degli enti ben organizzati,ambientalisti su tutti,hanno fatto delle vere e proprie campagne di sensibilizzazione per dare maggiore attenzione alle conseguenze disastrose arrecanti sulla salute umana dell’inquinamento elettromagnetico anche se lo definisco “elettrosmog da radiazioni ionizzanti” in quanto la ionizzazione è quel processo in cui un atomo o più atomi detti anche “gruppo atomico” diventano delle particelle cariche positivamente e negativamente contribuendo alla creazione di radiazioni appunto ionizzanti.Studi recenti hanno rilevato che in realtà i campi elettromagnetici sono assolutamente nocivi per la nostra salute sia a bassa che ad alta frequenza.La frequenza viene misurata in Hertz.Pensate che 1 Hertz equivale ad un oscillazione al secondo e che anche un semplice elettrodomestico a bassa frequenza e che può arrivare al massimo a 50000 Hertz quante oscillazioni al secondo può generare.Non parliamo poi dei multipli dell’Hertz come un MHz (un milione di Hertz),un GHz (un miliardo di Hertz) fino ad arrivare a un THz (milioni di milioni di Hertz).Bisogna fare anche una distinzione fondamentale tra l’inquinamento elettromagnetico a bassa frequenza generato dagli elettrodi che creano dei campi elettromagnetici fino a 50 Hertz e l’inquinamento elettromagnetico ad alta frequenza generato dagli impianti televisivi,radiofonici e dalle reti wireless e di telefonia mobile fino ad arrivare a circa 300 Giga hertz se non oltre.Basti pensare che studi recenti hanno messo in luce il fatto che le radiazioni emesse dai ripetitori televisivi sono in alcuni casi maggiori di quelle generate dai ripetitori di telefonia mobile e che possono causare tumori come il cancro,leucemie e tumori al cervello.Ora gli enti competenti,tra i quali le Agenzie regionali per la tutela dell’ambiente,si stanno attivando a livello locale per controllare tutti quegli impianti nocivi per la nostra salute anche se tutto questo è stato reso possibile grazie soprattutto alla costante richiesta di noi cittadini.Entro i prossimi anni dovrebbero essere risanati tutti quegli impianti “difettosi” e che espongono maggiori radiazioni adottando una tecnologia più adatta in modo da ridurre al minimo la loro esposizione.

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Cosa si intende per inquinamento elettromagnetico?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento