Cosa serve per cambiare mutuo da una banca a un altra?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 10:38:06 01-12-2010

Oggi, grazie al costo del denaro che e` ai minimi storici, i tassi dei mutui, sia variabili che fissi, sono straordinariamente bassi e creano le condizioni giuste per quanti abbiano l’esigenza di modificare le vecchie condizioni del loro mutuo ed avvantaggiarsi di una rata piu` bassa.
Grazie alla Legge Bersani, che consente di rinegoziare il mutuo con un’altra Banca a zero spese, operazione definita surroga, qualsiasi titolare di mutuo puo` ricercare condizioni migliori ed ottimizzare il proprio bilancio familiare.
Con la portabilita` e` possibile cambiare tasso e durata del proprio finanziamento, ma non l’importo residuo; pero` tutte le spese normalmente previste per l’accensione dell’operazione (istruttoria, perizia, imposta sostituitiva e notaio), rimangono a carico della Banca. Cio` comporta per il cliente chiaramente un ulteriore vantaggio: tasso basso e niente esborso di denaro.
Sul mercato oggi sono innumerevoli le offerte di surroga da parte degli Istituti finanziari e Banche tradizionali, ma chiaramente le migliori si trovano on line: basta dare un ‘occhiata ai tassi proposti da Che Banca, BNL, Ing Direct, We bank, per rendersi conto di quanto sia conveniente cambiare il proprio mutuo.
Dunque, per chi e` deciso a rinegoziare, la prima cosa da fare e` controllare il proprio debito residuo, verificare l’importo della rata ed il taeg (tasso annuale effettivo globale), che si sta pagando e naturalmente gli anni rimasti.
Con tutti questi elementi sara` molto piu` semplice vedere l’effettivo risparmio in termini di interessi, cambiando istituto e quindi condizioni.
Considerando che negli anni 2007/2008 il tasso fisso si attestava tra il 5% ed il 6,50%, e` facile oggi rilevare quanto si possa risparmiare,pur continuando a scegliere con un tasso fisso, perche non va oltre il 4,30%.
Qualunque sia la scelta del tasso (variabile, fisso o variabile/rata costante), il momento e` comunque adatto per guardarsi intorno e valutare l’ampio ventaglio di offerte.
In sostanza l’iter per eseguire la procedura di surroga e` identico a quello inerente l’istruttoria di un mutuo ex novo: stessa documentazione da esibire (anagrafici, redditi, immobiliari), valutazione dell’immobile, atto notarile, l’unica differenza rientra nelle spese che non sono a carico del cliente.
I vantaggi di questa operazione sono palesi, di svantaggi reali non ve ne sono,l’unico, forse, e` quello di dovere cambiare il proprio Istituto di fiducia, ma del resto i benefici sono tanti, considerando anche il fatto che la surroga non puo` avvenire con la stessa Banca che ha concesso il finanziamento originario.
Tutto al piu` si puo` chiedere di rivedere le condizioni ed applicarne di migliorative.
Tale richiesta resta comunque a discrezione dell’Istituto stesso.

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Cosa serve per cambiare mutuo da una banca a un altra?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento