Cosa ne pensi dell’abbigliamento cinese?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 17:05:33 31-01-2011

Il nostro Paese già da qualche anno sta attraversando un periodo di crisi economica. Dapprima si era data la colpa all’euro e poi alla crisi economica che, scoppiata in America, ha investito anche i Paesi europei, compreso il nostro. Ciò ci ha spinto a stringere la cinghia e ad evitare gli acquisti superflui ed inutili. Abbiamo così cambiato le nostre abitudini e il modo di fare acquisti. Nel contempo hanno preso più piede i negozi e le bancarelle che vendono prodotti a basso costo e di dubbia provenienza. Mi riferisco ai negozi della comunità cinese che oramai sono presenti in molte città ed anche nei piccoli comuni d’Italia. Qui si possono trovare oggetti e prodotti di ogni tipo, tra i quali elettrodomestici, giocattoli, abbigliamento e scarpe, prodotti per l’igiene e persino medicinali e prodotti farmaceutici.
Per quanto riguarda il settore dell’abbigliamento è possibile affermare con certezza che oramai nel nostro Paese ogni anno giungono migliaia di tonnellate di prodotti che vengono venduti sia nelle bancarelle dei mercati, sia nei negozi dei cinesi e la maggior parte di questi sono contraffatti, ovvero sono imitazione di quelli firmati dai grandi stilisti. Ma non solo, perché a prescindere dall’abbigliamento contraffatto i cinesi sono soliti vendere vestiti e capi di abbigliamento a prezzi stracciati ma niente affatto sicuri. Infatti qualche mese fa si è parlato del sequestro di un ingente quantitativo di abbigliamento in cui erano presenti sostanze nocive per la salute dell’uomo come il cromo esavalente, il formaldeide e i coloranti cancerogeni. Tra di esse vi erano infatti sostanze chimiche pericolose per la pelle che possono dare reazioni allergiche e provocare intossicazione. Queste sono le cosiddette ammine aromatiche che vengono liberate dai coloranti azoici. Questo tipo di coloranti a basso costo, che consentono ovviamente di vendere la merce a prezzi bassi, si trovano soprattutto nei capi di abbigliamento di colore nero e realizzati con il cotone, con la lana ed anche col cuoio. Quindi anche borse e scarpe.
Personalmente mi capita di sbirciare di tanto in tanto tra le loro bancarelle, soprattutto nel periodo estivo quando si possono acquistare con pochi euro magliette, pantaloni, vestiti e quant’altro. Ho avuto modo così di acquistare una maglietta in tessuto acrilico e devo confessarvi che non sono riuscita a indossarla più di una volta perché mi dava prurito alla pelle. Quella è stata la prima ed ultima volta che ho acquistato dai cinesi, anche se devo ammettere che alcuni loro capi sono davvero carini e non hanno nulla da invidiare a tanti altri che acquistiamo nei negozi della nostra città. Però c’è da fare una considerazione. Quante volte ci sarà capitato di acquistare un vestito nei negozi italiani e guardando le etichette abbiamo scoperto che questi erano prodotti in Cina? Infatti oramai sono molte le aziende italiane che si rivolgono alla Cina per confezionare i loro abiti, e soprattutto le aziende di prestigio. Per cui siamo sicuri che gli abiti di “marca” che compriamo nei negozi italiani non utilizzano gli stessi coloranti e sostanze chimiche pericolose?

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Cosa ne pensi dell’abbigliamento cinese?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento