Cos’è l’epilessia?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 14:48:43 07-01-2011

Il termine epilessia deriva dal greco “epilepsis” e significa “attacco”, nello specifico colpisce il sistema nervoso centrale. Questa patologia provoca convulsioni e perdita di coscienza, e può manifestarsi a qualsiasi età senza apparente motivo o causa. Una crisi epilettica può durare da pochi secondi a diversi minuti e può essere paragonata a una tempesta nel cervello, nei casi più gravi il soggetto colpito perde conoscenza, è attraversato da scosse e produce bava alla bocca. A volte è preceduta dall’AURA , cioè flash luminosi e varie sensazioni particolari che il soggetto colpito riconosce così da poter intervenire subito con i farmaci adatti anche se ciò non blocca la crisi ma la rende solo più lieve e più breve. Esistono diverse forme di epilessia ed è importante accertare il tipo di cui si soffre per impostare una efficace terapia, purtroppo ancora non si conosce l’effettiva causa di questa sindrome e neanche il modo per sconfiggerla definitivamente. Il 30% dei casi di epilessia è imputabile a carenza di ossigeno al momento della nascita, in altri casi è causata da gravi lesioni al cervello, tumori cerebrali, avvelenamenti, infezioni cerebrali o ictus. Alcune forme tuttavia sembrano essere genetiche. Nella maggior parte dei casi, comunque, la causa resta sconosciuta. Vediamo i tipi di epilessia conosciuti:
ASSENZA o piccolo male, il malato fissa nel vuoto ed è percorso da scosse muscolari.
CRISI TONICA, avviene con contrazioni dei muscoli degli arti e della schiena.
CRISI CLONICA, le scosse colpiscono tutto il corpo.
CRISI MIOCLONICA, scosse localizzate del tronco, braccia e gambe.
CRISI ATONICA, il malato cade avendo perduto tono muscolare e muove convulsamente la testa.
CRISI TONICO-CLONICA o grande male, i sintomi sono misti le scosse pervadono tutto il corpo e c’è perdita di coscienza.
Nella maggior parte dei casi questa patologia è tenuta sotto controllo attraverso la terapia farmacologica. Anche un regime dietetico particolare può essere utilizzato insieme a farmaci. In alcuni casi, in cui i farmaci e dieta non sono efficaci si fa ricorso alla chirurgia. Il tipo di trattamento prescritto dipenderà da diversi fattori comprese la frequenza e la gravità delle crisi epilettiche, nonché la persona, l’età, lo stato generale di salute e la storia medica.
Affrontare questa sindrome con tempestività e coraggio è essenziale in quanto essa provoca disagio in chi la vive e in chi sta accanto al soggetto colpito. E’ necessario intervenire a livello educativo, sociale e psicologico. Se si hanno problemi quotidiani con la scuola, il lavoro e qualsiasi altra attività venga svolta è importante discuterne con un centro in grado di fornire cure e supporto psicologico.
Agire tempestivamente vi aiuterà a capire e affrontare i molti effetti dell’epilessia. Imparare a gestire lo stress aiuterà il soggetto a condurre una vita il più normale possibile.

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Cos’è l’epilessia?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento