Cos’è la Bilirubina?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 15:22:01 02-02-2011

La bilirubina è un pigmento di colore arancione / giallastro contenuto nella bile, è formato all’ ottanta per cento dalla distruzione dei globuli rossi. Per essere eliminata la bilirubina deve essere trasformata nel fegato, se questo si ammala anche i livelli di bilirubina nel sangue aumentano e si crea l’ ittero, una patologia caratterizzata dalla colorazione a sua volta giallastra della cute e degli occhi.
Tale problema si verifica soprattutto dopo il parto sia perchè vi è un contrasto tra il numero di globuli rossi necessario alla vita indipendente rispetto alla vita all’ interno dell’utero da parte del neonato, sia perchè il fegato non è ancora in grado di svolgere tutte le funzioni, in questo caso però l’ ittero è considerato fisiologico e quindi non preoccupante e solitamente, vengono svolti degli accertamenti di routine per verificare i livelli di bilirubina nel sangue a tutti i neonati, questi tendono a normalizzarsi in poche ore. Diventa pericoloso un eccesso di bilirubina quando i livelli diventano troppo alti, in questo caso si possono verificare danni al cervello.
I livelli di bilirubina oltre che per malfunzionamento del fegato, negli adulti possono aumentare o diminuire in modo eccessivo in presenza di anemie, oppure anche a causa di un’ eccessiva attività fisica rispetto a quelle che sono le potenzialità del singolo. Altra causa che può portare una variazione rispetto ai livelli normali di bilirubina sono le malattie ereditarie. Tra tali malattie di origine ereditaria caratterizzate dal sintomo di una bilirubina alta, la più importante è la sindrome di Gilbert, oltre al caratteristico colore giallastro, si verifica una stanchezza cronica, debolezza, dolori addominali, di solito non infastidisce in maniera eccessiva, tanto vero che spesso si scopre per caso tale patologia.
Livelli alti di birilubina possono essere dovuti anche all’ avvelenamento da metalli come il piombo.
Solitamente le analisi dei livelli di tale sostanza viene effettuato proprio per verificare l’ esistenza di una patologia al fegato come cirrosi, epatite o calcoli biliari.
Ormai convivo con questo problema da anni e comunque non crea problemi di rilievo, bisogna stare attenti all’ alimentazione evitando di affaticare il fegato con uso eccessivo di alcool, frittura, cibi ad alto contenuto proteico, occorre anche imparare a gestire lo stress in quanto livelli stress eccessivi possono portare ad un aumento di bilirubina. Consiglio a chi avverte tale problema di sottoporsi agli esami per riuscire a gestire in modo migliore i disturbi, ma senza lasciarsi prendere dal panico visto che comunque non crea eccessivi problemi, giusto sottoporsi agli esami anche per verificare che dietro tali livelli eccessivamente alti non ci siano dei problemi più gravi, in questo caso a dover preoccupare non è la bilirubina in sé, ma la patologia che c’è dietro che potrebbe essere anche letale, come nel caso di malattie al fegato di una certa entità. Fin quando vi è il vantaggio di non avere patologie gravi al fegato, consiglio di stare tranquilli e seguire semplici regole, in caso contrario è bene cercare di eliminare, se possibile, le cause, come ad esempio l’uso eccessivo di alcool.

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Cos’è la Bilirubina?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento