Come coltivare aglio e cipolle?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 9:40:02 28-12-2010

L’aglio e la cipolla fanno parte della stessa famiglia delle gigliacee il loro nome è per l’aglio Allium sativum, e la cipolla Allium cepa.

L’ aglio ha origini asiatiche mentre la cipolla ha origini iraniane, entrambe coltivate come ortaggio da condimento, sono ricce di vitamine e sostanze benefiche.

Nell’aglio ricco di vitamina C, viene usato come ipotensivo e vermifugo.
La cipolla ha un’azione diuretica e antiscorbutica, anti diabetica e vermifuga.
Sono piante erbacee l’aglio ha un fiore piccolo bianco e rosaceo,mentre la cipolla a tanti piccoli fiori bianco-verdognoli.
Entrambi possono essere usati sia cotti che crudi, l’aglio può’ essere essiccato, mentre la cipolla può’ essere conservata sottolio.

L’aglio che la cipolla si coltivano in due epoche la prima a febbraio-marzo, la seconda da agosto a settembre.

I semi delle cipolle si mettono in semenzaio, e poi vanno messe a dimora.
Ad agosto vanno messe a dimora quelle cipolle precoci, a bulbo medio e pelle bianca o rossiccia che maturano in estate e non si conservano a lungo.

Il trapianto va eseguito quando le piantine hanno raggiunto l’altezza di
15-20 cm, a una distanza di 15 centimetri, a secondo della varietà.

Mentre per l’aglio si piantano gli spicchi, col piolo a istanza di 15 – 20 cm e alla profondità di 4-5 cm.

Per fare questa operazione occorre tempo e pazienza, bisogna tenere il terriccio del semenzaio inumidito ma mai abbondare con le irrigazioni e neppure farlo seccare.

Se diamo troppa acqua le nostre piantine potrebbero ammuffire, mentre con poca acqua si seccherebbero.

Quando si devono trapiantare bisogna spostare il terriccio delicatamente, facendo attenzione a non rompere le radici che in quel periodo sono molto tenere e fragili.

Se decidiamo di intraprendere questa coltura, il prezzo è davvero irrisorio basta conservare dei semini dell’anno precedente, e di metterle in semenzaio nel periodo giusto.

I vantaggi sono tanti, ad esempio quello di guastare un prodotto genuino e fatto con le nostre mani, senza ricorrere a prodotti chimici aggiungiamo anche una certa qualità.

Personalmente, ho provato diverse volte a cimentarmi nella coltura delle cipolle, ma ho ottenuto uno scarso risultato, le mie cipolle erano molto gustose ma di dimensioni abbastanza ridotte.

La coltivazione dell’aglio la ritengo a mio avviso molto più semplice, e per questo motivo mi diverto a trapiantarlo nel giardino, ma persino nei vasi sul terrazzo.

Quando in dispensa mi manca l’aglio prendo qualche fogliolina e preparo le mie pietanze, il profumo è uguale, ma il sapore molto leggero e delicato, che vi consiglio di provare, non appena le vostre piantine sono cresciute.

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Come coltivare aglio e cipolle?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento