Chi era il dio greco Pan?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 15:15:37 30-12-2010

Pan nella mitologia greca è dio dei campi e delle selve, figlio di Ermete, o Ermes, messagero degli dei che accompagnava i morti nell’aldilà, e della ninfa Driope. Sembra che quest’ultima, spaventata dall’aspetto del figlio, lo rifiutò mentre Ermes lo accolse in una coperta e lo portò sul monte Olimpo. Altro mito lo vuole figlio di Zeus e della ninfa Callisto. La sua particolarità sono i piedi di capra, la mitologia spesso lo raffigura con tutti gli arti inferiori caprini e la parte superiore di aspetto umano, ma con corna caprine, personifica la fecondità della natura, è lo spirito che avvolge le distese dei campi e le rende fertili. E’ originario dell’Arcadia nel Peloponneso e percorreva campi, valli e monti seguito da un corteo di ninfe. Il nome Pan sembra che derivi dalla parola greca “pan” che significa “tutto”, dal suo nome deriva il termine panico, infatti, spesso si lasciava prendere dall’ira verso chi lo disturbava e urlava in modo da spaventare chi osava disturbarlo.
Il mito dice che un giorno il dio Pan sentì il canto di una ninfa, Siringa, e subito se ne innamorò, ma lei vedendolo con aspetto caprino, si spaventò e scappò via. Pan la inseguì, lei si diresse verso il torrente dove era solita passare il suo tempo a cantare, il torrente, memore del suo canto, l’avvolse nelle sue acque per sempre. La ninfa scomparve tra le acque, Pan inseguendola giunse nello stesso punto, ma invece di trovare la sua amata, trovò un canneto mosso dal vento da cui trapelava una flebile voce, Pan restò ad ascoltare il canto lamentoso, scorse che intorno non c’era nessuno e capì che si trattava della sua amata Siringa, restò turbato dalla scoperta e volle rendere eterno il ricordo del gentile canto di Siringa, quindi tagliò dal canneto sette canne di lunghezza diversa e ritornò al suo gregge, raccolse della cera d’api e saldò insieme le canne trasformandole in un flauto. Ogni giorno tramite quel flauto riproduceva il canto di siringa.
Il mito di Pan è legato anche alla leggenda del Re Mida, si narra che quest’ultimo in una sfida musicale tra la cetra di Apollo e il flauto di Pan, scelse quest’ultimo attirando a sé le ire di Apollo che gli fece spuntare delle orecchie da somaro, il re provò a nasconderle con un cappello, ma la nuova vendetta non si fece attendere ed Apollo fece crescere a dismisura anche una folta capigliatura, il re Mida dovette chiamare un servo per tagliare i capelli facendo promettere che non avrebbe rivelato a nessuno l’esistenza delle orecchie di somaro, il servo promise, però non resistette e quindi pensando di fare una cosa innocua, rivelò il segreto in una buca coprendola poi di terra, ma in quel momento spuntò un canneto e attraverso le canne il segreto venne urlato nell’aria. Come possiamo notare in questa storia ritorna alla fine il flauto di pan, gradito al re Mida, sarà proprio attraverso questo flauto che ha provocato l’offesa di Apollo che la punizione verso il re Mida torna alla luce.

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Chi era il dio greco Pan?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento