Quali sono i gradi dell’Esercito italiano?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 13:30:29 02-04-2013

L’esercito militare italiano come del resto tutti quelli del Mondo, prevede una gerarchia piramidale che va dal basso verso l’alto per indicare il grado con il quale vengono fissate le competenze, le responsabilità e quindi il livello di comando.

Il grado viene indicato dalla controspallina di color cachi presente sulla divisa di ordinanza, che ovviamente presenta una serie di simboli che rappresentano il corrispondente grado. La struttura attuale dell’esercito italiano prevede che alla sua base vi siano le truppe composte dai soldati semplici che non hanno nessun grado, dai caporali e dai caporal maggiori. Da notare che un caporale diventa caporal maggiore per un discorso legato alla sua anzianità e nello specifico lo diventa non appena saranno passati 18 mesi dall’inizio del servizio. Salendo in questa gerarchia, troviamo i graduati. Oltre ad avere maggiori poteri e responsabilità, i graduati come del resto lo sono tutti le altre figure che presenteremo, fanno parte dell’esercito in pianta stabile ed ossia prestano servizio a tempo indeterminato (servizio permanente). Il grado più basso dei cosiddetti graduati è il Primo Caporale Maggiore poi c’è il Caporale Maggiore Scelto, il Caporale Maggiore Capo ed infine il Caporale Maggiore Scelto Capo. È importante sottolineare come per ottenere questi gradi appena elencati, occorra sostenere e superare un concorso interno.

[ai_ads]

 

La prossima categoria è quella dei Sottoufficiali che a sua volta si divide nei ruoli di Sergenti e Marescialli. La prima prevede in ordine crescente di importanza: Sergente, Sergente Maggiore e Sergente Maggiore Capo. Più stratificata è quella dei Marescialli che prevede sempre andando dal basso verso l’alto: Maresciallo, Maresciallo Ordinario, Maresciallo Capo, Primo Maresciallo e Primo Maresciallo Luogotenente. La successiva categoria è quella degli Ufficiali Inferiori che prevedono ben quattro figure. La prima è quella del Sottotenente, poi c’è quella del Tenente quindi il Capitano ed infine il Primo Capitano.

Un gradino più in alto degli Ufficiali Inferiori ci sono gli Ufficiali Superiori che nello specifico sono in ordine crescente di grado: il Maggiore, il Tenente Colonnello ed il Colonnello. Salendo ancora, troviamo gli Ufficiali Generali. Dal basso verso l’alto ci sono: il Generale di Brigata, il Generale di Divisione, il Generale di Corpo d’Armata, il Generale di Corpo d’Armata con incarichi speciali e il Generale chiamato anche Capo di Stato Maggiore della Difesa. Infine, in cima a tutta questa piramide c’è il Ministero della Difesa e quindi il Ministro della Difesa.

Quali sono i gradi dell’Esercito italiano?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: Il grado dell'Esercito è contrassegnato da una corrispondente mostrina presente sulla controspallina di color cachi. , I Graduati, cioè coloro che prestano servizio in pianta stabile, partono dal Primo Caporale Maggiore

Giudizio negativo Svantaggi: La categoria dei Sottoufficiali si compone di Sergenti e Marescialli. Poi le schiere di Ufficiali, suddivise ulteriormente in Ufficiali Inferiori e Superiori.

Giudizio Generale: 0.0

 

Categoria: Politica e governo

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Quali sono i gradi dell’Esercito italiano?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento