I Bronzi di Riace: quanti erano in realtà e qual è il loro colore originale?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 12:30:58 15-09-2020

La data che oscilla fra il 21 ed il 22 agosto del 1972 ci riporta al ritrovamento dei Bronzi di Riace, avvenuto a dieci metri di profondità nel mar Ionio a 230 metri dalle coste di Riace Marina (Reggio Calabria) ; sono attualmente siti nel Museo archeologico nazionale di Reggio Calabria . Pare che uno tra i principali quesiti ai quali la scienza cerca continuamente di dare un’attendibile risposta, sia quanti potessero essere in realtà i Bronzi di Riace. Infatti sembra che oltre alle famose statue A e B, ritrovate precisamente quarantotto anni fa, ce ne fossero altre tre.

Chi, come il preparatissimo professor Daniele Castrizio, docente ordinario di Numismatica greca e romana all’Università di Messina e membro del comitato MArRC, si interessa da vent’anni dell’identità ed il numero dei bronzi, ha collaborato alla scoperta dei fatti che a quel tempo sono avvenuti, arrivando ad una teoria: i bronzi corrisponderebbero, secondo una sua opinione, a Polinice e a Eteocle, che stavano duellando per il possesso del trono di Tebe; in più, i tre personaggi che in realtà non sono stati ritrovati sarebbero la madre Euryganeia, che cerca di far smettere il duello tra i figli, e poi Antigone e l’indovino Tiresia.

Probabilmente queste statue si trovavano in viaggio, trasportate da una nave verso la città di Costantinopoli che sarebbe stata con esse adornata dallo stesso imperatore Costantino. Un evento improvviso e non controllabile, avrebbe provocato la perdita di queste statue in mare e quindi il loro successivo ritrovamento.
Castrizio inoltre collabora con i Carabinieri del Nucleo Tutela del Patrimonio in relazione all’ipotetica sparizione di elmi, scudi, lance e di altre statue del carico di Riace.

Un altro quesito è quali fossero inizialmente i loro colori, visto che, come sostengono tanti studiosi, il loro colore sembrava fosse biondo. Ma, grazie agli incessanti studi, tutt’ora sostenuti, si è arrivati ad una novità riguardo al colore dei Bronzi di Riace: infatti, è stato scoperto che in età greca, le statue erano dorate, mentre in età romana il loro colore era nero lucido.

Tutto ciò è stato spiegato dalla presenza di percentuali di leghe in esse presenti, e quindi l’attuale colore è stato assunto successivamente al restauro e dopo il trasferimento delle suddette statue a Roma. Questo è provato sia perché in età greca le statue apparivano bionde e dorate, sia dalle continue analisi effettuate su patine e argille, e che fanno capire che esse furono realizzate ad Argos.

I Bronzi di Riace: quanti erano in realtà e qual è il loro colore originale?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: Il ritrovamento sancisce un momento storico importante , Un valore aggiunto ed un pilastro all'interno del museo

Giudizio negativo Svantaggi: Se vengono spostati rischiano di essere rovinati

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: bronzi di Riace

Categoria: Arte e cultura

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su I Bronzi di Riace: quanti erano in realtà e qual è il loro colore originale?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento