Bologna Arte Fiera 2014: cosa non perdere

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 16:01:29 24-01-2014

In occasione della 38a edizione della Fiera a Bologna, anche quest’anno, per il secondo anno consecutivo, il Comune di Bologna, in collaborazione con BolognaFiere, promuoverà l’iniziativa ArteFiera, che farà da spalla all’evento fieristico.

L’obiettivo è quello duplice: valorizzare culturalmente la città e l’intero territorio da una parte, e dall’altra dare ai bolognesi e al pubblico che confluirà nel capoluogo emiliano la possibilità di appropriarsi si spazi densi di storia e non sempre conosciuti e apprezzati nel loro valore. L’iniziativa ha coinvolto una miriade di associazioni, banche, istituti di cultura, a testimonianza di quanto si creda nell’utilità di questo progetto.

Il programma, che si svolgerà da venerdì 24 a domenica 26 gennaio, offre un’ampissima gamma di eventi e di appuntamenti, molti dei quali vale la pena di tenere in considerazione e non perdere. Innanzitutto il centro storico di Bologna sarà il grande palcoscenico dell’iniziativa e, fino alle 24, terrà aperti i suoi musei, i palazzi storici, i negozi d’arte, che ospiteranno mostre di ogni tipo – da quelle fotografiche a quelle d’arte. Non solo, tra le strade e i vicoli del centro imperverseranno spettacoli di artisti di strada, performance di musicisti, proiezioni di film nei siti più suggestivi, improvvisati a sale cinematografiche.

Il calendario è così fitto che qui è appena possibile accennare a qualche primizia, che non è semplice ritrovare altrove. Come il caso delle Collezioni del MAMbo e della Pinacoteca Nazionale che, sabato 25, apriranno le porte al pubblico per un percorso nell’Ottocento bolognese.

In Zona Roveri, invece, sarà possibile ammirare Academy Now, fresca dell’enorme successo riscosso a Londra, che esporrà le opere di 10 artisti talentuosi provenienti da ogni parte del mondo. La selezione delle opere in mostra comprende video e installazioni, pittura, scultura e fotografia. Sempre nel campo delle mostre d’arte, si evidenzia Alice nel paese dei… tarocchi, che inscena un percorso iniziatico attraverso una dozzina di opere di installazione, video, fotografia pitture e performance, che conduce lo spettatore dalle vicende della protagonista inventata da Lewis Carroll ai Tarocchi e ai suoi Arcani maggiori.

Particolarmente interessante e visionario è I Codici dell’Apocalisse che, a Palazzo Grassi, raccoglie le produzioni artistiche di diversi autori, i quali hanno contaminato l’idea di medioevo con gli elementi più innovativi della tecnologia.

Per gli amanti della musica e delle icone rock, imperdibile la mostra allestita da ONO arte che, attraverso le fotografie di Steve Schapiro, omaggia la leggendaria figura di Lou Reed e dei suoi Velvet Underground. L’artista Stina Wirsén esporrà invece presso il Ristorante Casa Monica, nel quale, oltre a pranzare/cenare, si potranno ammirare le sue illustrazioni di interni di ristoranti e di cibo. Insomma, per chi può, un salto a Bologna nel weekend non potrà che fare bene alla nostra fame di cultura.

Bologna Arte Fiera 2014: cosa non perdere
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Bologna Arte Fiera 2014: cosa non perdere? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento