I benefici del tè matcha e le sue controindicazioni

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 11:27:04 16-07-2015

Il tè matcha è una varietà di tè verde giapponese, fatto crescere lontano dalla luce del sole, dotato di foglie che, raccolte a mano, vengono trasformate in polvere finissima, grazie all’utilizzo di particolari mulini in pietra.
Ne esistono due forme, raccolte da diverse piante e in tempi diversi: l’usucha è estratto da piante che non superino i 30 anni di età, mentre il koicha viene estratto da piante che superano i 30 anni.

E’ il famoso tè che si usa tradizionalmente in Giappone per il rito del Cha no yu, ovvero la cerimonia del tè.
Il tè matcha (ma anche maccha), esalta le sue doti se preparato per sospensione, ovvero unito semplicemente all’acqua, e non per infusione, metodo utilizzato per la stragrande maggioranza di varietà di tè.

Quali sono le peculiarità del tè matcha?

La caratteristica più importante del tè matcha è quella di essere ricco di proprietà antiossidanti, notevolmente superiori anche a quelle del classico tè verde, che determinano un miglioramento netto nei processi di drenaggio e di disintossicazione, favorendo la diuresi.
Non solo: il tè matcha è generalmente ricco di vitamine e sali minerali, oltre che di carotene: quest’ultimo è un ottimo alleato per prevenire le scottature di tipo solare, proteggendo dall’influsso dei raggi ultravioletti.
Non mancano neanche i poteri di “attivazione“: il tè matcha è ricco di polifenoli e caffeina, che agendo a livello nervoso ne stimolano l’attività.

Nei momenti di tensione gastrica il tè matcha agisce favorevolmente anche sulle mucose, attenuando i fastidi di origine infiammatoria e proteggendo così anche il fegato.
E’ indicato anche come supporto per le cure dimagranti, riducendo l’appetito e favorendo lo stimolo diuretico, e aiuta a prevenire l’insorgenza del colesterolo.

Controindicazioni

Parlavamo di caffeina, perciò è ben non abusare di questo formidabile prodotto, che se assunto in doti eccessive può causare palpitazioni e tremori, oltre che insonnia se bevuto in tarda serata.
L’alta concentrazione di clorofilla ne sconsiglia l’utilizzo medico in pazienti con problemi cardiologici, interferendo sull’efficacia dei farmaci tradizionali usati in cura.

Come assumerlo

Il tè matcha può essere preparato nella sua forma più performante, ovvero bollendo l’acqua (ma anche latte) sino agli 80°, versata poi in un tazza in cui verrà aggiunto il tè, mescolato con forza fino al’ottenimento di una schiuma superficiale.
In alternativa può essere utilizzato come spezia per prelibati piatti – e dolci – nipponici.

I benefici del tè matcha e le sue controindicazioni
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: Proprietà antiossidanti e digestive , Previene il colesterolo

Giudizio negativo Svantaggi: Assunto in dosi eccessive può causare tachicardia

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: giappone tè verde

Categoria: Mangiare e bere

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su I benefici del tè matcha e le sue controindicazioni? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento