Come affrontare il mal di Primavera

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 11:39:15 17-03-2017

Proprio sul più bello, quando tutto comincia a risvegliarsi, quando le giornate si allungano e si scaldano, ecco che arriva la spossatezza, la stanchezza, l’avvilimento, problemi di concentrazione, umore nero e spesso anche un po’ di depressione.
È stato clinicamente provato che il mal di primavera è una patologia a tutti gli effetti, che colpisce maggiormente le donne che gli uomini. La motivazione di tanto malessere è semplicissima: il nostro organismo, ormai abituato ai ritmi e alle temperature invernali, fatica ad abituarsi al cambiamento climatico e al ritorno della luce.
Questa destabilizzazione viene accentuata anche da problemi legati alla primavera, come per esempio le prime allergie ai pollini.
Curare tutto questo è però possibile.
La prima regola da rispettare per affrondare il mal di primavera è quella di cercare di passare più tempo possibile all’aria aperta: esporsi alla luce del sole e al tepore dei primi caldi è infatti un metodo infallibile per preparare il corpo ai cambiamenti stagionali, in quanto si iniziano a produrre endorfine e seratonina, fondamentali per il buon umore. È indispensabile, in questo periodo, ascoltare ed assecondare il proprio organismo: se si è troppo stanchi è arrivato il momento di fermarsi e riposare.
Altri due toccasana contro la primavera sono l’esercizio fisico e l’alimentazione: il primo consente di risvegliare il corpo dopo un periodo di “letargo”, la seconda prevede di eliminare i cibi pesanti e troppo conditi tipici dell’inverno e concedersi invece frutta e verdura rigorosamente di stagione. Elemento da non sottovalutare e da rispettare è idratare abbondantemente il proprio corpo, non solo con aqua e tisane, ma anche con zuppe di verdure sempre di stagione.
Una volta provato tutto questo, se ancora non ci si sente di aver vinto la spossatezza e la stanchezza, si può ricorrere o a degli integratori come il magnesio (sempre sotto consiglio del medico), oppure, per una soluzione esclusivamente omeopatica, alle famosissime piante “adattogene” tra le quali spicca su tutte il ginseng, che ha un forte potere sull’organismo consentendo di abituare il corpo ai cambiamenti esterni. Altra pianta raccomandata per la stessa tipologia di problemi è senza dubbio il guaranà, definito dagli indios “elisir di lunga vita”: la presenza di caffeina infatti ha un effetto eccitante per il sistema nervoso, consentendo di raggiungere un alto livello di concentrazione e riducendo la percezione della fatica.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Come affrontare il mal di Primavera
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: Un vantaggio è sicuramente che tutto questo malessere che colpisce il corpo in questo periodo è estremamente passeggero. Non serve troppo tempo per permettere all'organismo di abituarsi al ritorno della buona stagione. , Altro elemento a favore è l'entrata della buona stagione, soprattutto per chi soffre di metereopatia: la consapevolezza di andare incontro a giornate lunghe e calde è un toccasana per la mente.

Giudizio negativo Svantaggi: Gli svantaggi principali di questo cambiamento di stagione sono i sintomi di malessere che si provano: la stanchezza, il mal umore, il sentirsi leggermente depressi e svogliati non aiuta a reagire immediatamente per difendere il nostro organismo ai cambiamenti imminenti.

Giudizio Generale: 0.0

 

Categoria: Salute

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Come affrontare il mal di Primavera? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento