Zenzero: come coltivarlo in vaso?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 9:58:18 23-05-2017

Lo zenzero è una pianta dalle proprietà toniche, digestive, antinfiammatorie e stimolanti.
Se vi capita di utilizzarlo spesso nelle vostre ricette o come rimedio naturale in gustose e calde tisane, sappiate che è possibile coltivarlo in vaso, grazie alla sua facilità di gestione e alle poche cure di cui necessita.
Potrete avere così dello zenzero fresco sempre a vostra disposizione!

La prima cosa a cui bisogna fare attenzione per la coltivazione dello zenzero in vaso è la temperatura: per avere una pianta sana e rigogliosa è necessario che non scenda mai sotto i 15 gradi.
Lo zenzero inoltre deve avere a disposizione un terreno con un buon tasso di umidità, ma senza alcun ristagno d’acqua che andrebbe a danneggiare irreparabilmente la pianta.
Bisognerà poi accertarsi che il luogo in cui lo metteremo a dimora sia soleggiato e caldo, ma senza che i raggi del sole vadano a colpirlo direttamente.

Vediamo ora il procedimento da seguire punto per punto, così eviterete di commettere gli errori più comuni:

procuratevi un rizoma, o radice, di zenzero, accertandovi che su di essa sia presente qualche germoglio.
Utilizzate sempre rizomi di origine biologica perché quelli che trovate in in vendita presso i supermercati potrebbero aver subito trattamenti che influiscono negativamente sui tempi di germogliazione.
Se il vostro rizoma presenta più germogli potete separarli per creare così più piante;

− ricordatevi che il momento migliore per cominciare a coltivare lo zenzero in vaso è tra la fine della stagione invernale l’inizio di quella estiva.

− fate in modo che il vaso in cui porrete lo zenzero a dimora abbia dimensioni adeguate ed una buona profondità;

− cercate di creare un ambiente accogliente per il tubero di zenzero, scegliete quindi un terriccio argilloso-sabbioso a cui andrete ad aggiungere del compost.
Otterrete così un habitat in grado di fornire nutrimento allo zenzero, senza però che si vengano a creare dannosi ristagni d’acqua.

− interrate i rizomi avendo cura di riporli sotto uno strato di terriccio non più alto di 3/4 cm, e ricordate di lasciare i germogli sempre verso la parte alta, così che possano proseguire senza problemi nella loro naturale crescita;

− date spazio alle vostre piante di zenzero assicurandovi che ognuna di esse abbia disposizione un’area di almeno 20 cm di diametro;

− ricordatevi di innaffiare il vostro zenzero regolarmente, ma senza esagerare, almeno una volta al giorno, meglio se lo fate di sera;

Dopo circa sei mesi dal momento in cui lo avrete piantato potrete cominciare a raccogliere il vostro zenzero.
Se la pianta fiorisce ricordatevi di eliminare i fiori, in maniera tale che il nutrimento vada tutto a favore del tubero e non della pianta.

L’ultima cosa che non dovete mai dimenticare è che lo zenzero ama le temperature calde: con il sopraggiungere della stagione invernale ricordatevi quindi di metterlo a dimora dentro casa, proteggendolo così dal clima rigido.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Zenzero: come coltivarlo in vaso?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: È una soluzione economica che non richiede troppo tempo da parte vostra , Avrete sempre dello zenzero fresco a disposizione

Giudizio negativo Svantaggi: Necessita di annaffiature regolari e teme il freddo

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: giardinaggio zenzero

Categoria: Casa e giardino

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Zenzero: come coltivarlo in vaso?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento