E’ vero che si ridurrano gli incentivi statali per il fotovoltaico?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 16:20:32 08-03-2011

Gli incentivi al fotovoltaico saranno ridotti. La notizia è di alcuni giorni fa, e merita di essere approfondita in maniera particolareggiata. Il Consiglio dei Ministri ha approvato il cosiddetto decreto rinnovabili, anche se l’’emanazione dei contenuti del nuovo sistema di incentivi sul fotovoltaico è stato rinviato a fine aprile, in tempo comunque per la data di avvio prevista, fissata al primo giorno di giugno. Il testo del decreto stabilisce che il governo entro la fine del mese di aprile formulerà il decreto con nuovi incentivi, secondo alcune regole importanti. Innanzitutto la determinazione di un limite di potenza elettrica cumulativa ogni anno per gli impianti fotovoltaici che hanno la possibilità di ottenere tariffe incentivanti; inoltre, la previsione di quote differenziate e tariffe incentivanti basate sulla qualità dell’’area di sedime, vale a dire il punto in cui gli impianti saranno installati; infine, la determinazione di tariffe incentivanti che dovranno tenere conto del calo dei costi delle tecnologie e degli incentivi forniti negli altri Stati dell’Unione Europea. Risulta evidente, dunque, che l’’azione del governo mira a una riduzione degli incentivi proposti. Agli incentivi che sono decisi dalla normativa attuale, per altro, avranno la possibilità di accedere esclusivamente gli impianti per i quali si realizzi l’’allacciamento alla rete elettrice entro il 31 maggio prossimo. Quelli che realizzeranno l’’allacciamento in seguito beneficeranno degli incentivi decisi dalla nuova normativa. Gioca ricordare che è saltato il temuto tetto degli 8mila Megawatt, ma, come è stato sottolineato ampiamente dai mezzi di informazione, il governo punta alla riduzione degli aiuti di settore, probabilmente anche perché nel corso del 2010 si è verificata una vera e propria corsa all’’incentivo. Ciò avviene nonostante il terzo conto energia abbia visto la luce solo pochi mesi fa, e nelle intenzioni sarebbe dovuto valere fino al 2013. Sempre nello stesso provvedimento varato dal Consiglio dei Ministri, si parla degli impianti fotovoltaici a terra in zone agricole. Essi hanno la possibilità di beneficiare degli incentivi statali a patto che la potenza nominale di ogni singola installazione non superi i mille Megawatt. Inoltre, nell’eventualità di terreni che appartengano allo stesso proprietario, gli impianti devono essere situati a una distanza uguale o superiore ai due chilometri. Infine, i benefici non devono essere usati per installare moduli su più del dieci per cento della superficie del terreno agricolo. L’’intenzione del Governo, almeno secondo quanto dichiarato dal Ministro dell’Ambiente Stefania Prestigiacomo, è quello di dare moralità e stabilità a quello che viene ritenuto un settore fondamentale per l’’energia dei prossimi anni. Il precedente tetto degli 8mila Megawatt è stato annullato per non arrestare lo sviluppo del comparto, mentre la riduzione degli incentivi si colloca in una strategia di controllo rispetto a truffe e frodi che spesso si sono verificate in questo ambito, e allo stesso tempo punta a contenere i costi delle prossime bollette. Staremo a vedere se il provvedimento porterà a risultati sicuramente auspicabili.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

E’ vero che si ridurrano gli incentivi statali per il fotovoltaico?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: contenere i costi delle bollette , energia pulita

Giudizio negativo Svantaggi: riduzione degli incentivi

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: costo impianto fotovoltaico impianto fotovoltaico incentivi fotovoltaico tetto fotovoltaico

Categoria: Casa e giardino

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su E’ vero che si ridurrano gli incentivi statali per il fotovoltaico?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento