Come utilizzare l’olio di ricino sui capelli?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 9:05:12 07-11-2011

L’olio di ricino è conosciuto fin dall’antichità per le sue proprietà lubrificanti e ammorbidenti, viene estratto dai semi della pianta Ricinus communis ed ha svariati utilizzi, oltre alla cosmetica è usato anche nell’industria. Per la bellezza è un potente alleato perchè è un olio vegetale molto pesante e grasso, difficilmente degradabile, rispetto ad altri tipi mantiene inalterate le sue proprietà organolettiche in qualsiasi clima. Ha diversi utilizzi in cosmetica, ma risulta particolarmente efficace sui capelli e ciglia. Riesce a legarsi molto bene alla cheratina, componente principale del fusto dei capelli e per questo motivo il suo utilizzo riesce a ristabilire il giusto film idrolipidico. Rappresenta un idratante ideale per capelli secchi e sfibrati, ne trovano benefici anche i capelli ricci e crespi perchè ha proprietà ammorbidenti. L’olio puro al 100% senza altre aggiunte ha anche caratteristiche rinforzanti, nutrienti e ristrutturanti. Utilizzo sui capelli può essere diversificato a seconda delle proprie esigenze. Esistono fondamentalmente due scuole di pensiero, la prima preferisce usarlo da solo direttamente sui capelli, mentre una seconda opzione è quella di miscelare quest’olio ad altri ingredienti di origine vegetale. L’applicazione sui capelli può essere fatta anche una volta a settimana, essendo un olio molto denso non bisogna abbondare con le dosi, altrimenti si rischia di ungerli troppo. Non è necessario avere i capelli lavati, basta che siano pettinati e leggermente umidi. L’olio avvolge la cheratina dei capelli restituendo elementi grassi che hanno perso, l’acqua invece, permette di stabilire il giusto grado di idratazione. Non è sconsigliato usare quest’olio su capelli asciutti, ma alla lunga l’effetto può essere contrario e seccare eccessivamente. Una volta applicato va lasciato in posa almeno per trenta minuti, avendo l’accortezza di legare i capelli in una treccia. Si consiglia di utilizzarlo insistendo sul fusto e sulle punte, per non rischiare di ungere troppo la cute. Dopo si procede al lavaggio abituale. In inverno per evitare di avere i capelli bagnati per lungo tempo si possono avvolgere anche in un panno caldo, da utilizzare solo per questo scopo, è sconsigliato l’uso della carta stagnola perchè rilascia troppo calore. I capelli appaiono corposi e nutriti fin dal primo utilizzao, si tratta però di una reazione soggettiva che può dipendere da molti fattori. L’odore non è sgradevole, ma può essere usato miscelato ad altre sostanze. Molti utilizzano quest’olio combinato con altri meno densi, come l’olio di mandorle. Altre componenti che possono essere aggiunte sono l’aloe vera ed estratti di piante specifiche per capelli deboli o trattati. Per comodità si può creare anche una vera e propria miscela, in parti uguali, di acqua e olio in una bottiglia, basta agitare e poi versare direttamente sui capelli. Una volta finito anche il lavaggio per non appesantirli e lasciare agire ancora i residui di olio è preferibile non usare il balsamo. Da evitare anche il pettine quando sono bagnati perchè tende ad indebolirli troppo, poi passare all’asciugatura.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Come utilizzare l’olio di ricino sui capelli?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

» «

 

Giudizio positivo Vantaggi: conosciuto fin dall'antichità per le sue proprietà lubrificanti e ammorbidenti , idratante ideale per capelli secchi e sfibrati

Giudizio negativo Svantaggi: nessun svantaggio

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: capelli cura dei capelli olio di ricino

Categoria: Bellezza e stile

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Come utilizzare l’olio di ricino sui capelli?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento