Come usare le ciaspole?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 13:15:10 15-12-2011

Le ciaspole sono delle racchette da neve (una sorta di “zatteroni”) che permettono di camminare sulla neve fresca senza sprofondare, creando una base d’appoggio ampia che consente quindi il “‘galleggiamento”.
La maggior parte delle ciaspole che si trovano oggi in commercio hanno un attacco universale che consente l’uso di qualsiasi tipo di scarpone.
Gli scarponi consigliati sono però quelli da trekking, che sono più alti e riescono a proteggere la caviglia. Sono pertanto sconsigliati gli scarponi da snowboard, i moon boot ed i doposci.
Sarebbe opportuno che gli scarponi fossero in pelle o in altri materiali assolutamente impermeabili, affinché possano evitare che l’acqua entri all’interno; per aumentarne l’impermeabilità essi possono essere trattati con prodotti idrorepellenti che si trovano facilmente nei negozi di articoli sportivi. Sui piedi è consigliabile indossare calze da trekking, preferibili ai calzettoni di lana, che sono troppo pesanti e fanno sudare il piede.
Lo scarpone deve essere inserito in modo che la punta del piede si posizioni sopra il puntale, quindi lo si fissa stringendo la cinghia anteriore. Posizionato anche il tacco dello scarpone al centro della racchetta, si chiuderanno con forza anche le cinghie posteriori.
Pur non sprofondando nella neve, questa potrebbe certamente bagnare le estremità dei pantaloni, pertanto è consigliabile ricorrere all’utilizzo di pantaloni invernali dotati di elastico alla base. In alternativa si possono utilizzare delle ghette,ovvero due tubolari elasticizzati in materiale sintetico impermeabile che riparano sia i pantaloni che la parte superiore degli scarponi. Il materiale ideale per le ghette è senza dubbio il goretex, che consente una maggiore traspirazione.
Esistono sostanzialmente tre tipi di ciaspole in commercio.
Il primo tipo, ormai quasi in disuso, sono i cosiddetti “Fagioli“, che consistono in racchette economiche e di semplice fattura, che ricalcano le vecchie racchette tradizionali con la base d’appoggio fatta con cordini intrecciati e la struttura esterna in alluminio o legno. Su questi modelli di ciaspola la scarpa viene allacciata con cordini e fettucce.
Il secondo modello è rappresentato dalle ciaspole “Canadesi”, eccellenti per le nevi più profonde in quanto sono di grandi dimensioni (fino ad un metro di lunghezza) e presentano una sorta di “coda”.
In Italia queste rappresentano un modello poco utilizzato a causa del loro ingombro e perché sono idonee maggiormente per percorsi pianeggianti con neve molto soffice.
Il terzo tipo di ciaspole in commercio, che sono quelle più utilizzate nelle Alpi e che di fatto rappresentano una sorta di compromesso tra i due modelli precedentemente elencati, sono le “Moderne”. Queste racchette sono costruite solitamente in alluminio o plastica, e dotate di attacchi tecnici che presentano diversi tipi di ramponi nella parte inferiore, in relazione al tipo di fondo che si deve affrontare; esse sono ideali sui percorsi ripidi e sulle nevi più dure.
L’accessorio fondamentale delle ciaspole sono i bastoncini telescopici, che aiutano a mantenere l’equilibrio, l’andatura e il ritmo. Essi possono essere regolati in lunghezza ed adattati al tipo di fondo e di stile.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Come usare le ciaspole?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: permettono di camminare sulla neve fresca senza sprofondare , esistono modelli economici

Giudizio negativo Svantaggi: il modello "Canadese" è molto ingombrante

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: ciaspole racchette da neve scarponi da snowboard settimana bianca Trentino

Categoria: Sport

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Come usare le ciaspole?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento