Come usare l’aceto di mele sui capelli?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 16:00:14 03-11-2011

I capelli sono una parte del corpo molto delicata e sensibile: facile rovinare il cuoio capelluto a causa di un’eccessiva rigidità climatica oppure per una cattiva alimentazione. Ci sono molti prodotti che si prestano alla loro cura ma, per la maggior parte, sono davvero costosi, soprattutto se si vuole scegliere la qualità e la sicurezza: in particolar modo, le creme e le lozioni acquistabili in farmacia non possono essere comprate se non a prezzi abbastanza alti. Molto utile, però, è seguire i cosiddetti rimedi della nonna, economici ed efficaci. Tra questi il principale riguarda, di certo, l’aceto di mele che è ricco di sostanze medicamentose utili prima di tutto alla salute: bere mezzo bicchiere di acqua mescolata ad aceto ogni giorno è un vero toccasana. La sua efficacia è dovuta alla ricchezza di sali minerali ed oligoelementi: potassio, fosforo, calcio, ferro, magnesio, silicio, fluoro, zolfo. In più l’organismo può assorbire da esso zuccheri, vitamine, acidi, tannini e pectina. Proprio per la sua naturale ricchezza, l’aceto di mele è perfetto anche per la cura della pelle: molte sono le maschere che si possono preparare in casa unendolo al miele, alla farina, al sale o semplicemente all’acqua. Come possiamo utilizzarlo per curare la bellezza dei nostri capelli? Il metodo migliore è quello di passarlo direttamente su di essi, durante l’ultimo risciacquo dello shampoo. Questo donerà loro luminosità. In alternativa si può immergere il pettine in un liquido, fatto da acqua ed aceto, prima di pettinarsi: in questo modo si combatterà non solo l’opacità della messa in piega ma anche qualche fastidioso prurito. Infatti, questo prodotto, che a quanto pare non deve essere considerato semplicemente un alleato in cucina, può aiutare a combattere problemi come la forfora, la dermatite seborroica, il prurito e la desquamazione della cute della testa. Ancora, è utile per donare morbidezza alla chioma che sarà più facile da pettinare e meno a rischio di doppie punte: dopo averlo usato la spazzola non si bloccherà più tra nodi fastidiosi e difficili da sciogliere, senza spezzarli, ed in più sarà setosa al tatto. Tutti sanno, inoltre, che può essere considerato il più efficace rimedio per scacciare i pidocchi. Lavare più volte i capelli con l’aceto è il metodo più veloce per liberarsi da questi sgraditi ospiti: mettete in una bacinella dell’acqua calda mista ad aceto ed immergetevi la testa lasciandola a mollo per una decina di minuti; ripetendo l’operazione due o tre volte il problema sarà risolto. Altro difetto che può essere tamponato con il suo utilizzo è quello dei capelli grassi oppure fragili e che si spezzano facilmente: in questi casi importante è fare degli impacchi a base di aceto prima di ogni shampoo per un periodo di almeno tre settimane. Trascorso questo lasso di tempo sarà meglio interrompere la cura che avrà già dato i primi risultati, per poi riprenderla a distanza di qualche mese, nuovamente per circa 20 venti giorni. La vostra pettinatura sarà più bella e sana che mai.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Come usare l’aceto di mele sui capelli?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: la sua efficacia è dovuta alla ricchezza di sali minerali ed oligoelementi , La vostra pettinatura sarà più bella e sana che mai

Giudizio negativo Svantaggi: parte del corpo molto delicata e sensibile

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: aceto di mele capelli salute

Categoria: Bellezza e stile

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Come usare l’aceto di mele sui capelli?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento