Come travestirsi da Harry Potter a carnevale?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 8:55:23 12-01-2012

Il mondo di Harry Potter è il sogno segreto di tutti, adulti e bambini. Vediamo come possiamo realizzare questo desiderio almeno a carnevale, creando un costume che riprenda quello del giovane mago.
Ci sono degli elementi indispensabili perché il costume abbia la sua identità: gli occhiali dalla montatura rotonda e nera, il mantello e la cicatrice.
Procuratevi gli occhiali, veri o in versione gadget sono abbastanza semplici da trovare.
Il mantello non è pensato come quello dei supereroi, leggero e svolazzante, ma come una vera mantella invernale, perciò il tessuto deve dare l’idea di “pesante” e caldo. E’ nero ed è tenuto chiuso all’altezza del petto da una doppia abbottonatura, in stile giacca montgomery. Se vi riesce difficile, potete cucire in modo robusto 4 bottoni scuri, due per lembo, ad un paio di centimetri di distanza in altezza uno dall’altro e tenere chiuso il mantello con dei lacci neri. Nella versione cinematografica il mantello è foderato di rosso. Se desiderate dare questo effetto senza troppo impegno, potete bordare con questo colore solo la zona del collo fino all’abbottonatura.
La cicatrice è l’altro segno distintivo del nostro personaggio. E’ collocata sulla fronte ed ha la forma di una saetta verticale. Fate la base della cicatrice disegnandola con dell’ombretto di un rosa diverso da quello della pelle, poi, al centro, tracciate la cicatrice vera e propria con una matita per le labbra rossa, o un colore in vendita per il carnevale, con un tratto non troppo preciso.
Queste sono senza dubbio le cose che non possono mancare.
Ma ci sono altri elementi che possono arricchire il costume rendendolo ancora più realistico.
Harry ha, infatti, un oggetto che usa frequentemente, come tutti i maghi suoi compagni, e dal quale non si separa mai: la bacchetta.
Quella usata dal nostro maghetto è un bastoncino scuro, di legno, lunga circa 25-30 cm, che si restringe progressivamente. Se non riuscite a procurarvelo (dipingendo un bastoncino di legno o comprandolo in un negozio di accessori), vi do un consiglio molto pratico. Utilizzate un pennello (si usano a scuola per lezione di arte e in genere per dipingere) quelli con manico verniciato di nero, di una numerazione (grandezza), adeguata. Fasciate poi la parte metallica con del nastro adesivo nero, facendolo diventare cosi il manico della vostra bacchetta.
Ma cosa indossa Harry sotto il mantello?
La divisa, nel film, è composta da un maglioncino grigio con collo a V e un pantalone nero. Ma se in casa il maglione lo avete solo nero, non fatevi troppi problemi, potrete sempre vantarvi di essere più fedeli al personaggio del libro!
Sotto il maglioncino il nostro mago indossa una camicia bianca, e al collo una cravatta rosso scuro con righe giallo-oro. Una cravatta rossa andrà comunque bene o potete attrezzarvi anche con un foulard che richiami questi colori, annodato. Se, invece, avete del tessuto che vedete adatto a questo scopo, potete congiungere tra loro due fasce (una orizzontale per il nodo e l’altra per la gamba della cravatta) in modo che si vedano sotto il colletto della camicia, che è l’unica parte visibile esternamente, appuntandola direttamente al colletto oppure tenendola ferma intorno al collo grazie ad un elastico.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Come travestirsi da Harry Potter a carnevale?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: è un costume economico , è facile da realizzare

Giudizio negativo Svantaggi: nessuno

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: carnevale festa carnevale maschere di carnevale vestiti carnevale

Categoria: Varie

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Come travestirsi da Harry Potter a carnevale?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento