Termostato: come risparmiare in primavera?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 10:09:41 06-04-2017

Con i cambi di stagione sono molte le abitudini che cambiamo a causa della variazione di temperature. Nella abitazioni, il cambio di stagione porta a fare delle valutazioni in previsione dei costi quotidiani. Vediamo come risparmiare regolando il termostato con alcuni semplici stratagemmi.

Innanzitutto dobbiamo controllare il funzionamento dei filtri e dei termosifoni per assicurarsi che non ci siano problemi come perdite di acqua o filtri sporchi. Dopodiché cominciamo con l’impostare il termostato ad una temperatura minima, ovviamente in base dalla grandezza della casa. Proporzionalmente, su 17-18 gradi per un bivani e circa 20 gradi per un tre vani e accessori in su.

Evitiamo la solita abitudine di accendere e spegnere ogni due-tre ore il termostato perché in questo modo non solo non risparmieremo, ma andremo a consumare più del previsto a causa della maggiore e più frequente combustione di gas per riscaldare, oltre ad avere uno sbalzo di temperature in casa, che come possiamo immaginare non è certo salutare.

Quindi impostiamo già dal mattino una temperatura costante per tutto il giorno proprio per i motivi precedentemente citati.

È importante cercare di impostare una temperatura di poco inferiore a quella esterna, perché in caso contrario l’escursione termica tra temperatura esterna ed interna potrebbe causare piccoli problemi di salute. Cerchiamo sempre di equilibrare la temperatura del termostato con quella esterna. Meno differenza c’è tra la temperatura in casa e quella esterna, maggiore sarà il risparmio.

Una buona iniziativa da attuare è quella di mettere un termostato per ogni stanza della casa, così da “localizzare” il caldo, accendendolo solo nella stanza in cui si passa il tempo in casa durante la giornata. Questo è sicuramente un investimento ammortizzabile nel lungo periodo, calcolando ovviamente che questo stratagemma viene usato tutto l’anno ed è senza dubbio utilissimo anche in inverno, dove a seconda della stanza in cui ci troviamo, possiamo regolare il termostato, ad esempio la notte attueremo il termostato della nostra camera da letto e della camera dei nostri figli.

In conclusione il consiglio per risparmiare in primavera è quello di investire in termostati singoli per ogni stanza e impostarla come descritto sopra, il primo mattino, per un calore immesso costante, ai fini del risparmio in termini di bollette e di precauzioni salutistiche per una eventuale differenza di temperature rispetto all’ambiente esterno.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Termostato: come risparmiare in primavera?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: Termostato singolo: possibilità di risparmio durante tutto l'anno , Regolarizzazione temperatura interna in base a quella esterna

Giudizio negativo Svantaggi: Dimenticanza della regolarizzazione del termostato singolo poichè può essere frequente

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: risparmio economico termostato

Categoria: Casa e giardino

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Termostato: come risparmiare in primavera?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento