Tatuaggi: quali sono i rischi per la salute?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 11:40:15 25-05-2018

I tatuaggi sono una forma comune di auto-espressione, ma danneggiano la pelle e possono causare delle complicazioni come una reazione allergica ai coloranti, che può svilupparsi anche anni dopo. I segni di una reazione allergica includono un’eruzione sul sito del tatuaggio stesso.

Malattie

Le malattie trasmesse per via ematica da parte di un tatuaggio sono: l‘epatite B, l’epatite C, HIV e il tetano; queste possono essere contratte utilizzando aghi per tatuaggi contaminati, che non sono stati disinfettati. I tatuaggi possono provocare anche un’interferenza con eventuali test futuri di risonanza magnetica, comportando bruciore o gonfiore nella zona tatuata. Inoltre, possono causare anche un’infezione della pelle da stafilococco o tubercolosi e lo sviluppo di noduli nella parte del tessuto infiammato chiamati granulomi intorno al tatuaggio. Possono formarsi anche i cheloidi, che sono una crescita eccessiva del tessuto cicatriziale.

Reazioni allergiche e tumori della pelle

Le infezioni più comuni associate al tatuaggio riguardano lo stafilococco aureo o i batteri derivanti dalla scarsa preparazione della pelle o dalla sterilizzazione dell’attrezzatura. Le infezioni cutanee possono diventare gravi e persino pericolose per la vita, poiché i ceppi resistenti agli antibiotici diventano con il tempo prevalenti. Ricerche pubblicate hanno riportato che alcuni inchiostri contengono pigmenti usati nel toner della stampante o nella vernice per auto, che possono provocare sulla pelle infezioni aggressive, causando febbre alta, tremori, brividi e sudorazione. Trattare tali infezioni potrebbe richiedere una varietà di antibiotici, anche per periodi prolungati, o persino ricoveri e/o interventi chirurgici.

A volte può formarsi un’area di infiammazione chiamata granuloma attorno all’inchiostro del tatuaggio. Anche il tatuaggio può portare a cheloidi, che sono aree sollevate causate da una crescita eccessiva di tessuto cicatriziale. Se l’attrezzatura utilizzata per creare il tatuaggio è contaminata da sangue infetto, si possono contrarre varie malattie a trasmissione ematica.

Le tinture per tatuaggi, possono causare reazioni allergiche a livello cutaneo, come un’eruzione pruriginosa intorno al tatuaggio. Questo può accadere anche anni dopo aver realizzato il tatuaggio.

Ricercatori della European Synchrotron Radiation Facility in Francia, affermano che le sostanze chimiche presenti nell’inchiostro possono viaggiare nel flusso sanguigno e accumularsi nei linfonodi, ostacolando la loro capacità di combattere le infezioni.

L’inchiostro può contenere minuscole particelle di metalli pesanti come nichel, cromo, manganese e cobalto, nonché altre impurità tossiche. Il biossido di titanio, che è una sostanza chimica comunemente usata per creare l’inchiostro bianco, è noto per aumentare il rischio di una persona di sviluppare il cancro.

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Tatuaggi: quali sono i rischi per la salute?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento